In Istria soggiornano 300 terremotati della Banovina

Sandra Stipanov

Dalla raccolta fondi alla disponibilità ad essere materialmente presenti laddove occorre. Anche l’Istria e gli istriani si sono immediatamente attivati in termini di solidarietà a favore dei terremotati della Croazia centrale. Non è mancato nemmeno chi ha deciso di mettere a disposizione la propria casa. Lo ha detto la presidente della Croce rossa della Regione istriana, Sandra Stipanov, aggiungendo che al momento sono circa 300 i terremotati di Petrinja, Glina e Sisak ospitati in Istria. Alcuni hanno trovato ospitalità nelle strutture delle principali società turistico-alberghiere, altri invece sono stati sistemati in case o appartamenti privati. “Altri ancora sono poi ospiti di familiari” ha detto Sandra Stipanov, che ha colto l’occasione per invitare i terremotati ospitati in Istria a rivolgersi alla Croce eossa, che assicurerà loro non soltanto aiuti alimentari, ma anche un sostegno medico e psicologico. “Abbiamo numerosi pacchetti preconfezionati di generi alimenti e di prima necessità, ma anche un team di psicologici e assistenti sociali”, ha continuato la responsabile della Croce rossa, che nel prosieguo del discorso ha rilevato che i volontari istriani della Cr impegnati in questi giorni nelle aree colpite dal sismo sono cinque. Il loro ritorno in Istria è previsto per il 14 gennaio.

Facebook Commenti