In bicicletta alla scoperta del Vallese

All’evento «Na pedalada ‘n cumpania» hanno partecipato una trentina di ciclisti di varie Comunità degli Italiani

La visita alla fortezza di San Benedetto

Alla fine la perseveranza della Comunità degli Italiani di Valle è stata premiata. Dopo il maltempo di sabato, ieri a Valle e dintorni è spuntato il sole e l’evento intitolato “Na pedalada ‘n cumpania” si è tenuto regolarmente. Il giro in bici dedicato ai soci delle Comunità degli Italiani e ai simpatizzanti ha chiamato a raccolta una trentina di partecipanti tra i quali anche il presidente dell’Assemblea UI, Paolo Demarin. A fare gli onori di casa Fabrizio Fioretti e Dea Lordanić, rispettivamente presidente e segretario del sodalizio vallese.
Oltre a pedalare, la parola d’ordine, o meglio le parole d’ordine di quest’edizione erano “attenersi alle misure antiCovid”. Oltre al caschetto protettivo, al momento della partenza era infatti d’obbligo anche la mascherina. La carovana su due ruote, una volta partita dal Centro sportivo “Laconovo”, si è diretta verso la costa dei campeggi San Polo e Colone per raggiungere la fortezza Fort Forno sulla linea di difesa costiera, oggi adibita a ospitare spettacoli e rappresentazioni teatrali. Ai piedi di questa fortezza, come pure di tutte le altre fortificazioni austro-ungariche una breve sosta per permettere alla guida David Della Bernardina di illustrare alcuni cenni storici delle costruzioni. Rimontati in sella i ciclisti hanno raggiunto poi le fortificazioni terrestri Paravia Est e Ovest e il rifugio di fanteria Paravia Undertritt. Espletato anche questa parte del tragitto che in parte si snodava su strada asfaltata e in parte su quella sterrata, i nostri amanti del pedale si sono nuovamente recati verso il mare per visitare la batteria Caluzzi e Fort San Benedetto. Infine i ciclisti hanno raggiunto nuovamente il traguardo di Valle dopo un’escursione su due ruote di circa 26 chilometri durata circa 2.45 minuti. Dopo la fatica un momento di ristoro nella Pizzeria Toni di Valle.

La sosta vicino al mare sulla costa di San Polo

Molto soddisfatto a fine percorso il presidente della CI di Valle, Fabrizio Fioretti. “Siamo veramente contenti di come sono andate le cose, e lo sono anche tutti i partecipanti. Abbiamo deciso di ripetere l’evento a maggio con un circuito più grande e con un maggiore numero di partecipanti”, ha dichiarato Fabretti ringraziando in particolare modo i Vigili del fuoco volontari di Valle, che hanno curato il servizio sicurezza del giro in bici.

Facebook Commenti