Il coro misto della CI alla FONS di Portorose

ALBONA | Il coro misto della Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” si è esibito sabato scorso alla “FONS – Festa d’ottobre dei nostri sapori”, evento organizzato dalla Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Pirano e dall’Associazione dei giovani della CNI e tenutosi nell’ex magazzino del sale Monfort a Portorose.
Come si evince dal nome, l’evento è dedicato innanzitutto alla promozione e alla presentazione di specialità gastronomiche locali. La ricca offerta di birra, vino, assieme a quella dei dolci e delle specialità piranesi presentate come parte del progetto “Odori e gusti de casa nostra” della CI “Giuseppe Tartini” di Pirano, è stata accompagnata dal programma culturale nell’ambito del quale si sono presentate le voci della Comunità albonese, dirette dal maestro Franko Ružić. Vi hanno partecipato molti altri gruppi canori e teatrali di Slovenia, Croazia e Italia.
“È il secondo anno che organizziamo questa festa, proposta dall’Associazione dei giovani del gruppo nazionale italiano. L’anno scorso l’evento si chiamava Oktoberfest. Quest’anno abbiamo scelto un nome e un programma più legato al nostro territorio, per organizzare una festa più ‘istriana’”, ci ha dichiarato Fulvia Zudič, coordinatrice del programma culturale della Comunità ospitante. Ha fatto parte del ricco programma della manifestazione un torneo di briscola e tressette, al quale si sono aggiunte le mostre dei gruppi di disegno e di pittura della CAN piranese, guidati, rispettivamente, da Miriam Elettra Vaccari e Liliana Stipanov. Negli spazi dell’ex magazzino del sale c’erano diverse bancarelle con i prodotti del territorio, tartufi, prosciutto, olio d’oliva, vini, cioccolatini e altro.
Nell’angolo dedicato al cibo tradizionale, scaturito dal progetto della CI “Giuseppe Tartini” di Pirano e coordinato da Manuela Rojec, presidente della CI di Pirano, sono stati presentati ben 26 piatti diversi della tradizione piranese, per lo più a base di zucca, preparati dalle attiviste del sodalizio.

Facebook Commenti