I vertici dell’AZOO nelle scuole della CNI

Rovigno. Visita di due giorni della direttrice dell’Agenzia nazionale per l’educazione

La SMSI di Rovigno

La direttrice dell’Agenzia per l’educazione e la formazione della Repubblica di Croazia, Dubravka Brezak Stamać, sarà lunedì e martedì prossimi a Rovigno per parlare del sistema scolastico della Comunità Nazionale Italiana. S’inizierà lunedì pomeriggio con una prima tappa all’Ufficio rovignese del Dipartimento di Fiume e una visita alla Scuola media superiore italiana di Rovigno, dove a ricevere l’ospite e i suoi collaboratori sarà la preside, Ines Venier.

Il giorno successivo, nella sede della Comunità degli Italiani locale, avrà luogo una riunione con i rappresentanti della Regione istriana, dei Consigli per la CNI delle Regioni istriana e litoraneo-montana e dell’Unione Italiana. Qui interverranno Marin Corva, presidente della Giunta Esecutiva dell’UI e Iva Bradaschia Kožul, titolare del settore Istituzioni prescolari, scolastiche e universitarie della GE dell’UI, che presenteranno il sistema scolastico della CNI, nonché Giuseppina Rajko, vicepresidente della Regione istriana, Tea Batel, assessore regionale alla CNI e altri gruppi etnici e Patricia Percan, assessore regionale allo Sport e alla cultura tecnica.

Sarà poi la volta dei rappresentanti dei Consigli della minoranza nazionale italiana autoctona della Regione istriana, Valmer Cusma e Ines Venier (sostituti del presidente e del referente all’istruzione) e della Regione litoraneo-montana, Flavio Cossetto e Denis Stefan, rispettivamente presidente e referente all’istruzione, dopo di che è previsto un intervento della direttrice dell’Agenzia nazionale per l’educazione e la formazione Dubravka Brezak Stamać. Seguirà un dibattito. Dopo una pausa, la direttrice dell’Agenzia nazionale per l’educazione e la formazione avrà una riunione con il titolare del Dipartimento di Fiume, Tomislav Tomasić e con le consulenti superiori per la CNI, Patrizia Pitacco e Gianfranca Šuran.
La due giorni dedicata al sistema scolastico della CNI si concluderà con una visita al Centro di ricerche storiche di Rovigno e un colloquio con il suo direttore Raul Marsetič.

Facebook Commenti