Con Korado Korlević le stelle sono più vicine

Interessante appuntamento all’Estivo della Comunità degli Italiani di Gallesano con il noto astronomo dell’Osservatorio di Visignano

Tanta curiosità per vedere il... cielo

Come nasce una stella? Ma sono davvero tutte bianche come ci appaiono osservando il cielo a occhio nudo? Che sosa succede quando una stella muore? Queste e altre risposte si sono avute mercoledì sera all’Estivo della Comunità degli Italiani di Gallesano, dove l’Università popolare aperta “Vodnjan-Dignano” ha organizzato, nell’ambito dell’Estate dignanese, una “Notte sotto le stelle” – presentazione e serata di osservazione al telescopio con Korado Korlević. Protagonista, dunque, il noto astronomo dell’Osservatorio di Visignano che ha tenuto una conferenza sulla nascita, la vita e la morte delle stelle. A salutare il numeroso pubblico a inizio serata il direttore dell’UPA, Sandro Manzin, e la vicesindaco della Città di Dignano e presidente della CI gallesanese, Diriana Delcaro Hrelja, che si sono detti felicissimi di avere come relatore il grande Korlević, augurandosi di averlo come ospite anche in futuro.

Il pubblico all’Estivo comunitario

I colori delle stelle

L’astronomo ha aperto la conferenza presentando il telescopio e il suo uso, la sua importanza nell’ambito della ricerca scientifica, la rivoluzione che si è avuta con Galileo e la sua invenzione, presentando una serie di scienziati che con le loro scoperte hanno rivoluzionato il modo di pensare, osservare e capire l’Universo. Il pubblico ha avuto modo di scoprire di più sulle stelle, come nascano, come muoiano, e come tutte abbiano un colore diverso, contrariamente a quanto si direbbe osservandole a occhio nudo. Ce ne sono di blu, azzurre, arancioni, dipendentemente dalla temperatura. Se è molto calda, la stella apparirà bianca, se è più fredda potrà essere giallo-arancione, se è ancora più fredda sarà rossa. C’è stato pure tempo per le domande del pubblico, che si è interessato sulla grandezza dell’Universo, sull’esistenza di altri sistemi solari simile al nostro, su come si formino le stelle cadenti…

Korado Korlević

Dopo la lezione, tutti al campetto di calcio, dove è stata organizzata l’osservazione del cielo al telescopio. Oltre alla Luna, un centinaio di amanti di astronomia, hanno atteso (im)pazienti la fila per vedere Giove con i suoi satelliti e Saturno con i suoi anelli. Un’occasione davvero unica. L’evento, fortemente voluto dagli organizzatori già l’anno scorso, si era dovuto rimandare a causa della pandemia. “Korlević era stato già ospite dell’UPA nel 2019, quando nel Vecio torcio a Dignano aveva parlato dei corpi minori del sistema solare, destando grande interesse di pubblico. Riaverlo come relatore è stato un desiderio sin da allora”, ha affermato Sandro Manzin all’inizio della serata. Nell’ambito della sua attività all’Osservatorio di Visignano, si dedica all’insegnamento dell’astronomia alle nuove generazioni, cui dedica molto del suo tempo, ma anche ad argomenti che spaziano dalla futurologia all’ecologia.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.