Con coraggio e spirito di sacrificio sotto la protezione di San Floriano

0
Con coraggio e spirito di sacrificio sotto la protezione di San Floriano

GRISIGNANA | San Floriano, patrono dei Vigili del Fuoco, è stato celebrato sabato pomeriggio con particolare solennità dal Corpo dei Vigili del fuoco dell’Istria croata, slovena e italiana. Una particolare attenzione è stata rivolta anche al mese di maggio, dedicato alla protezione dagli incendi. A causa del maltempo, la solennità si è svolta presso la chiesa parrocchiale di Grisignana e non come previsto nella chiesetta che porta il nome del patrono nei pressi di Marussici.

Un’occasione di riflessione

La celebrazione è iniziata con una processione alla quale hanno partecipato diverse decine di Vigili del fuoco guidati dai rispetti comandanti. È seguita la Santa Messa, celebrata da mons. Vilim Grbac, vicario generale della Vescovado parentino-polese, durante la quale sono stati invocati protezione e coraggio per questo nobile lavoro. Questo incontro è stato anche un’occasione di riflessione comune sul significato, i valori e l’importanza del loro servizio alla comunità, in quanto, come è stato sottolineato, i Vigili del fuoco si sacrificano per le vite e la proprietà altrui.

Collaborazione ad alto livello

Alla festa di San Floriano, oltre a numerosi cittadini e autorità locali, hanno presenziato anche il sindaco del Comune di Grisignana, Claudio Stocovaz, il presidente della Regione istriana, Valter Flego, il sindaco della Città di Buie, Fabrizio Vižintin, il direttore dell’Ente per il turismo di Buie, Valter Bassanese, il comandante della Comunità dei Vigili del fuoco della Regione istriana, Dino Kozlevac e il loro presidente Valter Drandić. Flego ha lodato i pompieri dichiarando che sono un esempio di collaborazione di successo tra le città istriane, ma anche tra Paesi vicini.

Pronti per nuove sfide

Della stessa opinione anche Kozlevac, il quale ha lodato il loro lavoro, svolto sempre al meglio, a prescindere dal fatto che sia professionale o volontario, superando la minaccia costante che si trovano ad affrontare nel loro lavoro. Ha aggiunto, inoltre, che i Vigili del fuoco della Regione istriana sono sempre pronti ad aiutare, agire tempestivamente e prepararsi per nuove sfide. La celebrazione è stata splendidamente impreziosita dai complessi bandistici “Naša Sloga” di Babici e quello della Comunità degli Italiani di Buie.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display