Cittanova celebra la sua Giornata

In occasione della festa patronale di San Pelagio, il palco estivo del rinnovato cinema ha ospitato la seduta solenne del Consiglio cittadino. Riconoscimenti ai cittadini benemeriti

Krešimir Dadić, Vladimir Torbica, Rožana e Franko Červar, Anteo Milos, Roberto Bradić, Hrvoje Kovačević e Đurđa Radošević

Nella ricorrenza di San Pelagio, patrono di Cittanova, è stata celebrata la Giornata della Città. La seduta solenne del Consiglio municipale, moderata da Kristijan Nemet si è svolta sabato sera sul palco estivo del rinnovato cinema, in presenza di diversi ospiti, tra i quali il presidente della Regione istriana Boris Miletić, la sua vice connazionale Jessica Acquavita, i sindaci e vicesindaci del Buiese, la deputata al Sabor Katarina Nemet e il consigliere regionale Ivana Špadijer.

 

Premi e riconoscimenti

Nel corso della seduta, sono stati consegnati i riconoscimenti ai cittadini benemeriti. Il Premio della Città di Cittanova è stato assegnato a Roberto Bradić, noto esponente sociopolitico, ultimo presidente della Giunta esecutiva dell’ex Comune di Buie e a capo del Comando di crisi cittadino nei primi anni della Guerra patriottica. Nel corso della sua carriera professionale, Roberto Bradić si è inoltre distinto nel campo economico, ricoprendo numerosi incarichi dirigenziali. Il Premio gli è stato conferito per l’eccezionale contributo allo sviluppo sociale, economico e infrastrutturale di Cittanova.

Sono tre, invece, la Targhe cittadine assegnate ai cittadini benemeriti. La prima è andata al dott. Krešimir Dadić, stomatologo e proprietario di uno Studio dentistico che impiega una decina di dipendenti, per la sua lunga carriera nel campo della sanità. La seconda è stata assegnata alla Croce rossa del Buiese, operante in tutto il territorio dell’ex Comune di Buie e perciò anche a Cittanova, per il pluriennale impegno sul fronte umanitario e sociale e l’importante ruolo rivestito durante la pandemia. Il premio è stato ritirato dalla presidente Đurđa Radošević e dal direttore Hrvoje Kovačević. Premiati con la Targa cittadina pure i coniugi Rožana e Franko Červar, proprietari dell’Artigianato Červar, che si occupano di allevamento e olivicoltura, per i tanti anni d’attività economica di successo, che con la qualità dei propri prodotti contribuiscono alla promozione del territorio in tutto il mondo.

A ringraziare a nome di tutti i premiati è stato Roberto Bradić, il quale ha voluto ricordare un simpatico aneddoto scolastico: il maestro l’aveva mandato nel gabinetto (classe) a prendere il compasso, ma lui era andato alla toilette, non trovandolo. “Il maestro allora aveva detto che per me non c’era futuro: s’era sbagliato e questo premio è un po’ anche suo”.

Boris Miletic

Censimento: affermare la multiculturalità

Nel salutare i presenti, il presidente del Consiglio municipale Vladimir Torbica ha risaltato Cittanova come città d’eccellenza e di successo, in cui le promesse si mantengono. Rivolgendosi ai connazionali, ricordando l’imminente censimento, in cui tutti saranno invitati a dichiarare la loro appartenenza nazionale, li ha invitati a esprimendosi liberamente, per affermare la multiculturalità cittanovese. Il presidente della Regione Boris Miletić, nell’avvalorare i concetti d’eccellenza e di successo, cari a Cittanova e all’Istria intera, riferendosi anche ai molti progetti attuati, ha lanciato una nuova sfida: la tutela ambientale e la lotta all’edilizia abusiva. Esprimendosi in lingua italiana, ha augurato un buon lavoro alla dirigenza municipale, confermando che la porta del suo ufficio sarà sempre aperta a tutti.

Progetti tra presente e futuro

Nel suo intervento di circostanza il sindaco, il connazionale Anteo Milos, si è espresso in croato e in italiano. “L’anno in corso ha finora indicato chiaramente che se da un lato gli effetti della pandemia conieranno ancora a lungo la nostra vita, dall’altro, con atteggiamenti responsabili e intelligenti, consente di vivere e produrre – dice –. Cittanova è riuscita a realizzare dei propositi sostanziosi, mantenendo elevati gli standard sociali e aiutando l’economia con sovvenzioni autonome e misure regionali. Tra i progetti realizzati – afferma non senza un pizzico d’orgoglio –, primeggia il rinnovo della vecchia sede cinematografica, simbolo e punto d’incontro che ha segnato numerose generazioni di cittanovesi, diventato dopo un decennio d’impegno, un moderno centro multimediale. L’ampliamento degli asili d’infanzia ‘Tići’ e ‘Girasole’ è giunto nella fase finale. Grazie al sostegno finanziario dell’Unione Italiana, entreremo nel nuovo anno pedagogico con due nuovi gruppi nido. L’aumento del numero dei bambini ci dice che il clima economico e sociale è positivo e il fatto che negli ultimi anni siamo tra le poche città della Croazia che registrano costantemente un incremento naturale positivo, conferma l’importanza e la giustificazione di quest’investimento congiunto”.

Il primo cittadino ha ricordato inoltre che in ambito culturale è stata avviata la realizzazione di uno spazio museale dedicato alla tradizione marinara e peschereccia. Con la firma dell’accordo tra il Municipio e il Museo storico e navale dell’Istria, si creerà una collezione museale espressiva del comprensorio cittanovese. Perciò il progetto d’ampliamento del “Galerion”, ossia lo spazio che ospita la collezione dedicata alla Marina austro-ungarica, creata dal connazionale Sergio Gobbo, è stato candidato al bando di finanziamento del Programma di sviluppo rurale.

Anteo Milos

Si sta pensando pure alle famiglie in cerca di una prima casa, per le quali a Stanzietta si stanno costruendo degli appartamenti, facendo leva sull’edilizia agevolata, che dovrebbero essere edificati entro il prossimo mese di febbraio. Tra le altre iniziative ha ricordato l’ampliamento della rete WIFI nell’ambito del programma WIFI 4 EU, la creazione di un parco fitness presso la zona sportiva e ricreativa di Carpignano e l’attuazione della Biblioteca in spiaggia, frutto della collaborazione tra le Biblioteche civiche di Cittanova e di Capodistria. In ambito paesaggistico, emerge il progetto d’assetto e allestimento di un sentiero forestale didattico ad Antenal, nell’area soggetta alla protezione della rete ecologica Natura 2000. La collaborazione con i Comitati locali di Salvela, Businia, Stanzietta e Daila ha inoltre favorito la realizzazione di alcune iniziative nei rispettivi territori.

Per favorire l’imprenditoria, sono state avviate le modifiche ai Piani urbanistici delle Zone economiche di Stanzia Vidal e Stanzia Vigneri, che saranno ampliate. In ambito turistico, destano ottimismo gli incoraggianti risultati di questi giorni, come pure l’inaugurazione, all’inizio dell’anno prossimo, di due nuove strutture alberghiere. L’impresa di soggiorno Aminess ha inoltre annunciato la costruzione di una terza struttura, i cui lavori dovrebbero iniziare verso la fine del 2022. Spazio pure all’agricoltura, dove ai 500 e passa ettari di terreni agricoli distribuiti nei 15 anni precedenti, quest’anno se ne sono aggiunti una settantina.

Tra i progetti futuri, il sindaco Milos ha ricordato l’introduzione del nuovo sistema di trattamento delle acque reflue, in collaborazione con il Comune di Verteneglio, l’edificazione della nuova sede della Scuola elementare italiana, la cui documentazione progettuale è stata disposta in collaborazione con la Regione istriana e l’Unione Italiana. A Daila, inoltre, si realizzerà un porticciolo con 60 ormeggi.

Milos ha ricordato anche il terremoto che ha colpito la Banija e il Kordun, ringraziando i cittanovesi che hanno dato il proprio contributo alle iniziative umanitarie, tra cui alcuni volontari presenti e salutati calorosamente, che hanno operato nelle zone terremotate.

Facebook Commenti