Buie. «Tourism4All»: i risultati del progetto

In città nell’ambito dell’iniziativa sono state allestite alcune rampe per le persone con necessità particolari

I partecipanti al giro in bici

La Città di Buie ha fatto passi da gigante nell’accessibilità per le persone con esigenze particolari. Questa la constatazione di fondo emersa dal recente incontro svoltosi nell’Università popolare aperta, intitolato “Study Visit”, il cui scopo era illustrare ciò che la Città di Buie, ma non soltanto, ha realizzato nell’ambito del progetto “Tourism4All” (Turismo per tutti), per rendere accessibili determinate strutture alle persone con esigenze speciali.

 

All’incontro sono intervenuti 25 partecipanti, tra i quali 8 partner nel progetto e altrettanti stakeholder. Dopo i saluti di Sabrina Quarantotto, che guida il progetto per conto della Città, a rivolgersi ai convenuti è stata l’imprenditrice Klara Trošt, che ha presentato il progetto “Aktivka”, volto a coinvolgere i diversamente abili nei progetti turistici. L’iniziativa è rivolta ai più piccoli, che con l’aiuto dell’omonima pubblicazione hanno l’opportunità di conoscere in maniera divertente la cucina istriana autoctona. Corinne Pozzecco si è invece soffermata sul progetto “Wonder Child friendly destinations”, promosso dalla Città di Cittanova, mentre i rappresentanti dell’Associazione dei campeggiatori hanno presentato le mobil home studiate a misura delle persone con esigenze speciali introdotte nel campeggio “Brioni” di Pola.

Nella seconda giornata dei lavori è stata la volta della Città di Buie, che ha illustrato quanto realizzato nell’ambito del “Tourism4All”, come la rampa d’accesso al Centro per l’inclusione e quelle mobili che rendono accessibili determinati punti del cento storico, ma anche il Museo civico e varie altre istituzioni anche ai disabili. La Città ha inoltre avviato il sito web https://buje4all.info/, dove si possono trovare tutte le informazioni riguardanti Buie e i suoi dintorni. Il sito è stato elaborato ai sensi dell’iniziativa Web Accessibility Initiative, particolarmente utile ai diversamente abili. Infine, è stato realizzato un video che illustra il progetto pilota nel dettaglio.

Un momento dell’incontro

Nell’ambito dell’incontro è stato organizzato pure un giro in bici (elettriche) lungo la Parenzana, quale attrazione turistica di grande richiamo, anche per stabilirne i punti meno accessibili, con l’obiettivo di provvedere in merito. Nella trattoria “Aquarius” di Buie i partecipanti hanno avuto inoltre modo di degustare dei menu adatti alle persone intolleranti a determinati alimenti, al che è seguita una visita guidata al centro storico.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.