Buie: fine settimana all’insegna dell’uva

Il programma inizia con una passeggiata tra le cantine vinicole

Rosanna Bubola, Fabrizio Vižintin, Valter Bassanese e Tanja Šuflaj

In agenda da venerdì a domenica la Festa dell’uva, una delle più antiche sagre popolari dell’Istria. I primi documenti sulla sua celebrazione risalgono a 114 anni fa, nel 1905, in concomitanza con l’apertura dell’antica cantina sociale. Alle sue origini, segnava simbolicamente l’inizio della vendemmia, mentre oggi è diventata una festa ricca di tradizioni e sfumature.
Il programma, ricco di eventi culturali, musicali e sportivi, è stato presentato dal sindaco della Città di Buie, Fabrizio Vižintin, dal direttore dell’Ente per il turismo di Buie, Valter Bassanese, dalla direttrice dell’Università popolare aperta locale, Rosanna Bubola e dalla curatrice, Tanja Šuflaj.
“Di particolare rilievo, quest’anno, l’esibizione del Barcelona Gipsy Balkan Orchestra, gruppo di musica klezmer e gitana dell’est Europa che, nell’arco di tre anni, è diventato un punto di riferimento per la musica balcanica a Barcellona, città nella quale è nato e da cui ha poi, in poco tempo, raggiunto una notevole reputazione a livello internazionale. Quest’anno abbiamo deciso di provare qualcosa di nuovo”, ha sottolineato il sindaco.
​Cantine aperte
Valter Bassanese ha invece rilevato l’importanza della manifestazione per Buie: “Il programma è molto vario e innovativo ma rimane ben saldo il punto che caratterizza il primo giorno di festa, le “Cantine aperte”, eno-passeggiata per il centro storico che, accompagnata dalla banda d’ottoni della Comunità degli Italiani locale, farà tappa in ben sette cantine vinicole”. Partenza alle ore 19 da piazza della Libertà. Anche quest’anno non mancherà il “Wine point” che offrirà, in qualsiasi momento della manifestazione, la degustazione dei vari assortimenti dell’eccellente vino del buiese.
Ricco montepremi
​Il gran finale vedrà nuovamente la grande “Tombola”, ma quest’anno con un montepremi più altro del solito. “Il fondo totale supererà le 40mila kn, mentre la prima tombola sarà di ben 30mila kune”, ha dichiarato Bassanese. Questa mattina, presso il centro storico, gli alunni delle scuole elementari daranno vita all’oramai tradizionale Ex tempore per bambini. Alle 16, in centro, si aprirà la “Fiera autunnale dell’artigianato” alla quale parteciperanno numerosi espositori locali durante tutti e tre i giorni della manifestazione, mentre alle 20 verrà inaugurata presso la Torre di San Martino la mostra fotografica di Lara Žibret. Per gli amanti delle carte, invece, appuntamento alle ore 18 presso la sede della CI con il tradizionale torneo di “briscola e tressette”.
Buie in musica
A presentare il programma musicale è stata Rosanna Bubola. “Non abbiamo confini, quindi abbiamo deciso di ingaggiare la Klapa dalmatina ‘Šufit’, il gruppo sloveno ‘Vruja’ e la ‘Barcelona Gipsy Balkan Orchestra’, ​i cui membri provengono da diversi paesi europei. A partire dalle ore 20.30, i punti principali della manifestazione non mancheranno di musica con il Trio ‘Hering Scarcia Petek’, Marko Rudelić e ‘Zona B’, i ‘Febra’, ‘Powlean’, Elio Pisak e il gruppo ‘Platana’ e altri ancora. I giorni della Festa dell’uva sono molto più di una festa popolare. Includono asili, pensionati, associazioni e molti altri. L’evento è anche di beneficenza, poiché è prevista una grande crostata umanitaria, il cui ricavato sarà devoluto ai più bisognosi”, ha affermato la direttrice dell’UPA.
Gara di droni
​Sabato, alle ore 10, presso la zona sportiva, si terrà una Gara di droni “Drone speedgrape”. A offrire nuovamente in piazza della Libertà un punto d’incontro e di amicizia con “El calieron de funghi” sarà l’Associazione Boletus del Buiese. In centro città, alle ore 19, musica e ballo Country con il gruppo “Wild Country Dancers” che opera nell’ambito dell’Associazione LIV, mentre in piazza della Libertà (19.30) Matko Abramić si esibirà nella performance letteraria “Sussurrami una parola e ti riciclerò una poesia”. A presentare la parte culturale e le novità, la curatrice Šuflaj: “Quest’anno abbiamo optato per un design diverso, opera della fotografa Tea Štokovac, in modo da poter guardare manifesti e volantini più giovani e più innovativi”. Domenica, accanto alla Fiera autunnale dell’artigianato, si aggiungerà il Mercatino dell’antiquariato, mentre non mancherà, alle ore 16, la tradizionale vendita della crostata a scopo umanitario, preparata con 2019 chicchi d’uva, seguita da un Concerto del coro „Monte Pera lba“ di San Donà di Piave e dalla sfilata dei carri allegorici. La sera di domenica (18.30), ultimo giorno di festa, come ogni anno moltissimi tenteranno la Dea bendata con il gioco della tombola per portare a casa il primo. La serata continuerà presso Piazza Libertà con un Concerto della „Filarmonica di Santa Barbara“ di Muggia e Powlean mentre a chiudere la manifestazione in centro città sarà Elio Pisak e il Gruppo Platana.
​Lungo incontro sportivo
La settimana della Festa dell’uva è anche un lungo incontro sportivo che coinvolge tutte le età, a partire dal Venerdì quando alle ore 20.30 presso la zona sportiva si disputerà la finale del 20° Torneo di calcetto Memoriale “Mario Bazjak”. Il tutto sarà anticipato (17) dalla tradizionale Partita di calcio tra Veterani Buie – Umago. Sabato, presso il fiume Quieto, avrà luogo dalle 8 alle 13, la gara di pesca con l’APS “Istra” di Buie. Alle ore 9 in programma, organizzato dal CT Buie, un Torneo tennistico per bambini fino ai 10 anni e uno per ragazzi fino ai 13 anni (zona sportiva), mentre presso la palestra, dalle 9 alle 16, si disputerà il Torneo di pallamano femminile, generazione 2006 e 2004. Alle 9.30, via dell’Istria ospiterà il 1° Torneo di Street volley organizzato dal CP Buje 1997. Nelle ore pomeridiane (15), l’Associazione dei pensionati di Buie organizza il 2° Torneo femminile di bocce nel campo neo restaurato presso l’ex Casa del cacciatore. Alle 16.30 grande Partita di Campionato calcistico (IV LCC, CC Buie – CC Borac Buccari). Alle 18 in piazza Tito, allenamento dimostrativo del KC Buie. Domenica sarà la volta del tiro al piattello (8.30 – campo da tiro), del Torneo di scacchi (10 – SE “Mate Balota”), del Torneo Rolling tennis per bambini fino agli 11 e fino ai 16 anni (9 e 13.30 – zona sportiva) e del Torneo femminile di mini pallamano generazione 2009 e 2008 (9-15, palestra). La conferenza stampa si è conclusa con un brindisi di vino buiese e con l’augurio per un bel tempo e al successo della manifestazione. Quindi una tre giorni ricca di musica, ballo, tradizione, cultura, sport e molto altro ancora, il tutto con una ventata di freschezza giovanile e novità, senza dimenticare le tradizioni.

Facebook Commenti