Aspettando i «violini» di Antignana

La 13.esima edizione ISAP š in programma dal 18 al 20 ottobre

È stata presentata la 13.esima edizione di ISAP, la popolare sagra internazionale del prosciutto di Antignana (Tinjan), appuntamento gastronomico segnato in rosso sul calendario di ogni gourmand che si rispetti. Quest’anno come affermano gli organizzatori, il Festival dedicato al prosciutto crudo e alle sue declinazioni si terrà dal 18 al 20 ottobre. È stata annunciata la partecipazione di produttori provenienti da Croazia, Austria, Spagna, Italia, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina, Serbia e Montenegro. Con Italia, Spagna e Croazia ad Antignana sarà praticamente presente il Gotha della produzione di prosciutti in Europa, sia per qualità che per sapore.
A giudicare i “violini” sarà una giuria composta da soci, degustatori sensoriali analitici dell’Associazione Gustus che oltre a gustare i prosciutti si occupa anche dell’Analisi sensoriale dei più buoni oli extravergine d’oliva istriani.
Il Festival del prosciutto viene visitato in media da 25mila persone, oltre alla degustazione dell’insaccato in occasione della Fiera vengono esposti artefatti della tradizione contadina istriana, mentre riguardo al prosciutto sono annunciati laboratori culinari, degustazioni guidate e conferenze a scopo educativo sul prosciutto. La tradizione della maialatura quest’anno in Croazia è più complicata dopo la comunicazione del Ministero dell’agricoltura in cui sono fissate regole severe nella macellazione dei suini casalinga circa la prevenzione della peste africana dopo che alcuni casi si sono verificati in Serbia e Bosnia-Erzegovina.
Come ogni festa che si rispetti, la Fiera di Antignana avrà pure l’ immancabile contorno musicale. Si distinguono i nomi di Željko Joksimović, Jelena Rozga e i Gustafi.

Facebook Commenti