Albona. «Voci amiche»: un ritorno al Teatrino

0
Albona. «Voci amiche»: un ritorno al Teatrino
Durante l’esecuzione congiunta di tutte le corali dell’ultimo brano “Nek’ svud ljubav sja”. Foto: TANJA ŠKOPAC

Si sono dati appuntamento a mezzogiorno in punto al Teatrino ed è stato un successone. Potrebbe essere riassunta così l’edizione 2022 dell’incontro “Voci amiche”, avviato diversi anni fa dalla Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” di Albona, su iniziativa della maestra dei cori giovanili Sabrina Stemberga Vidak. Quello svoltosi ieri è stato il primo appuntamento dopo tanto tempo nel Teatrino del sodalizio, recentemente rinnovato, e in seguito alla pausa forzata di due anni, dovuta alla pandemia da Covid 19.

Come ha voluto sottolineare alla fine del programma la presidente della CI, Daniela Mohorović, l’incontro “Voci amiche” di quest’anno è il primo evento concertistico tenutosi dall’inaugurazione del Teatrino, in maggio.

Di nota in nota
I primi a salire sul palcoscenico sono stati i minicantanti albonesi. Diretti dalla maestra Sabrina Stemberga Vidak, si sono presentati con tre brani dello “Zecchino d’Oro” – “Forza Gesù”, “Ninna nanna di pace” e “Grazie a te” – come pure con “Il ballo dei pensieri”, scritto e messo in musica dalla giovane connazionale Nicole Vidak (ex membro dei cori giovanili della CI di Albona) e con “Život nije siv” (La vita non è grigia) della nota cantante croata Mia Dimšić.
A seguire, il coro congiunto dei minicantanti di Matterada, Grisignana e Buie. Preparatisi con le maestre Lučana Uljenik e Chiara Bonetti e diretti dalla Uljenik, i piccoli ospiti hanno eseguito “La gatta Angelica”, “L’aquilone” e “Mamma Maria”. A rappresentare le CI di Matterada e Buie sono state pure le soliste Elis Pincin e Iva Uljenik, che hanno proposto “Wellerman”, brano preparato con la maestra Lora Pavletić.
Hanno contribuito all’incontro pure gli amici del sodalizio albonese: infatti, a presentarsi è stata anche in quest’edizione di “Voci amiche” la corale “Zagrebački anđeli” (Angeli zagabresi), diretta dal pianista e direttore d’orchestra Vitomir Ivanjek e dalla flautista Ines Ivanjek.
Oltre a loro, a giungere dalla capitale croata sono stati di nuovo pure gli “Agram Angels”, attivi dal 2019, diretti a loro volta da Vitomir Ivanjek e composti dalle voci più grandi degli “Angeli zagabresi”, dai genitori di questi ultimi e da altri amanti del canto.
Gli “angeli” adulti hanno eseguito “Freedom Is Coming”, “Siyahamba” e “Anđele, čuvaru mili”, mentre quelli piccoli “Pleše čekaonica”, “Nije lako Bubamarcu”, “Kišna glista” e “Radi tebe”.
Alla fine tutte le corali hanno eseguito insieme il brano “Nek’ svud ljubav sja”, con il quale i piccoli e i grandi hanno augurato la pace a tutto il mondo.
Prima del rinfresco e, per gli ospiti di Zagabria, del bagno a Porto Albona (Rabaz), si è avuto uno scambio dei regali tra la presidente della CI di Albona, Daniela Mohorović, la sua omologa di Matterada, Katia Šterle e il maestro delle due corali zagabresi, Vitomir Ivanjek.

Concerto di fine anno 2021/22
Dopodomani, 22 giugno, i minicantanti albonesi si esibiranno nell’ambito del concerto di fine anno 2021/2022 intitolato “Benvenuta estate”. L’appuntamento è fissato per le ore 19 e sarà ospitato sempre dal Teatrino della locale Comunità degli Italiani.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display