Albona. Il patrimonio industriale vanta una nuova veste

Iniziative nel centenario della storica Repubblica. Domani seduta solenne del Consiglio cittadino, alla presenza di Zoran Milanović

La torre mineraria e la ciminiera dell’ex centrale termica

In occasione del 100º anniversario della rivolta dei minatori del 1921, che ricorre il 2 marzo, sabato sera alcuni dei monumenti più rilevanti del patrimonio minerario e industriale di Piedalbona hanno ricevuto una veste nuova. La Città di Albona, in collaborazione con alcune ditte locali, ha deciso di arricchire con installazioni audiovisive alcune strutture in Piazzale e il monumento al Minatore combattente.

 

La maggior parte di queste installazioni sono state attivate sabato. I monumenti avranno lo stesso outfit fino all’8 aprile, anniversario della fine dello sciopero in parola, passato alla storia come la prima rivolta antifascista. Sabato sera alle 19 un gruppo di cittadini si è incontrato vicino al monumento al Minatore combattente per assistere a uno show audiovisivo di 10 minuti. A conclusione dello spettacolo, gli albonesi si sono recati in Piazzale, dove è stata illuminata la ciminiera dell’ex centrale termica ed è stato acceso lo schermo LED lungo ben 17 metri e collocato in cima all’edificio in via dei Minatori, dove aveva sede la Direzione della ditta “Istarski ugljenokopi ‘Raša’”, che gestiva le ex miniere negli ultimi anni di attività.

Il monumento al Minatore combattente

Nella stessa occasione è stata illuminata pure la torre mineraria in Piazzale, che da domani, 2 marzo, otterrà un’illuminazione decorativa permanente. Gli uffici cittadini competenti invitano gli albonesi a non perdere il videomapping sulla torre in piazza dei Minatori albonesi, in programma sempre domani, con inizio alle ore 19.21 in punto, dopo la seduta solenne del Consiglio cittadino, alla quale si attende la presenza del Capo dello Stato, Zoran Milanović, sotto il cui patrocinio si svolgono gli eventi in occasione del 100º della Repubblica di Albona.

Facebook Commenti