Albona «Earth Speakr» per dare voce alla Terra

Il progetto coinvolge pure i ragazzi della media superiore «Mate Blažina»

La SMS “Mate Blažina” di Albona

“Earth Speakr – Dai voce al pianeta Terra” è il titolo del progetto in cui sono coinvolti anche gli studenti della Scuola media superiore “Mate Blažina” che seguono lezioni di chimica opzionali. Con la loro insegnante Olivera Tadić e la bibliotecaria Majda Milevoj Klapčić, i ragazzi hanno infatti partecipato nei giorni scorsi, tramite l’applicazione Zoom, a un laboratorio tenutosi nell’ambito dello stesso programma.
Il progetto è un’iniziativa dell’Ambasciata tedesca e del Goethe-Institut con cui si vuole segnare il periodo in cui la Germania presiede il Consiglio dell’Unione europea. Per partecipare al workshop, gli studenti albonesi hanno presentato una lettera motivazionale, mentre nell’ambito del laboratorio hanno imparato come compilare dei messaggi e diventare così parte dell’opera interattiva dell’artista islandese-danese Olafur Eliasson, ideata per amplificare le opinioni dei giovani sul futuro benessere del nostro pianeta e per invitare gli adulti e i leader mondiali ad ascoltare ciò che i giovani hanno da dire. L’opera “parla” le 24 lingue ufficiali dell’Unione europea ed è accessibile a livello mondiale. Gli studenti della SMS albonese hanno così prestato la loro voce alla mela, alla carota, alla buccia di banana, ma anche al cielo e alla strada.

 

Gli autori dei messaggi più creativi, assieme ai presidi e ai docenti delle rispettive scuole, saranno invitati alla fine di novembre a una tavola rotonda, dove assieme all’ambasciatore della Germania in Croazia e a un rappresentante del governo potranno discutere i messaggi dell’opera artistica “Earth Speakr” ed esporre la loro visione del futuro.

Facebook Commenti