Al Festival della territorialità per scoprire gli usi e costumi

0
Al Festival della territorialità per scoprire gli usi e costumi

BUIE | Buie ospiterà domani il 3º Festival della territorialità, rassegna alla cui organizzazione partecipano la Scuola elementare “Mate Balota” e la Scuola elementare italiana “Edmondo De Amicis” di Buie. Il programma è stato presentato a Pisino dalle direttrici delle rispettive istituzioni scolastiche, rispettivamente Rosana Jović e Katia Šterle Pincin, affiancate da Vladimir Torbica, assessore alla cultura della Regione istriana.

Inserimento nei curriculum

Negli ultimi tre anni Miranda Damjanić Roce, Viviana Brkarić, Igor Jovanović, Nadia Kos e Gaetano Benčić, con il coordinatore Noel Šuran e l’assessore Vladimir Torbica, hanno lavorato alla preparazione del progetto di istituzionalizzazione dell’insegnamento della storia del territorio nella Regione istriana e hanno coordinato la modalità di inserimento dei contenuti della territorialità nei curriculum delle scuole.

Partiamo dal locale

“Viviamo in un mondo globalizzato dove oggi è molto difficile costruire un’identità che non sia solo personale, non solo nazionale o mondiale e tra loro si cela anche l’identità locale, perché veniamo tutti da un territorio che ha i propri usi e costumi. Come Regione siamo profondamente convinti che prima di tutto abbiamo bisogno di conoscere noi stessi e sviluppare la nostra identità in modo che anche gli altri ci possano apprezzare”, ha dichiarato l’assessore Torbica.

Con l’aiuto di ISTRIAndo

Nell’ottobre scorso è stato pubblicato il manuale “ISTRIAndo, itinerari di ricerca istriani”, concepito come strumento metodologico per gli insegnanti nell’implementazione della storia del territorio. Contiene gli elementi tecnici basilari necessari per la realizzazione della storia del territorio come gli obiettivi, i compiti, i risultati dell’apprendimento fino alle proposte dei temi d’insegnamento come ausilio per gli insegnanti nello svolgimento della storia del territorio.

Il contributo della Regione

Quest’anno sarà organizzata la terza presentazione del progetto, alla quale parteciperanno 40 scuole elementari istriane. Secondo la procedura di accettazione dei curriculum scolastici e dei piani annuali e programmi di lavoro, le scuole che hanno annunciato la propria adesione al progetto sono state finanziate con 7.000,00 kune dalla Regione. I contributi finanziari verranno usati autonomamente dalle scuole per le esigenze dei propri progetti scolastici. Le scuole presenteranno i propri progetti scolastici ai genitori, agli alunni e al pubblico nei giorni progettuali delle scuole stesse. La presentazione dei progetti a livello regionale, invece, si terrà venerdì a Buie.

Presentazione e valutazione

Dopo il ritrovo, l’allestimento dei punti di presentazione e la visita degli stessi presso la palestra della SEI “Edmondo De Amicis”, gli interessati si raduneranno presso la sala del cinema dell’Università popolare aperta dove si terrà l’inaugurazione ufficiale del Festival con un programma artistico-culturale. Seguirà la presentazione dei progetti, la valutazione tramite i fogli d’inchiesta e la consegna dei riconoscimenti. A margine del programma, ci sarà pure la possibilità di effettuare una visita organizzata del nucleo storico di Buie, che comprende il museo archeologico, la torre di S. Martino e la chiesa parrocchiale di San Servolo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display