Željko Linšak alla guida dell’Istituto di salute pubblica

Subentrerà al prof. Vladimir Mićović, per 22 anni direttore dell’ente

0
Željko Linšak alla guida dell’Istituto di salute pubblica
Investimenti per lo sviluppo del turismo invernale del Gorski kotar. Foto: RONI BRMALJ

Sarà l’ingegnere sanitario Željko Linšak, attuale vicedirettore dell’Istituto regionale di salute pubblica a guidare l’ente per i prossimi quattro anni. La decisione è stato presa all’unanimità dal Consiglio d’amministrazione dell’istituzione, alla scadenza del regolare concorso per il posto di direttore. Il prof. Vladimir Mićović, attuale direttore ha deciso di ritirarsi in pensione. Il futuro direttore ha all’attivo una carriera ventennale nell’Istituto e negli ultimi dieci anni ha ricoperto il posto di vicedirettore ed professore straordinario alla Facoltà di medicina. A rendere la notizia pubblica è stato Vojko Braut, vicepresidente della Regione litoraneo-montana nell’incontro settimanale con i media. Braut ha espresso le sue congratulazioni al prof. Mićović per i suoi 22 anni di grande successo alla guida dell’Istituto, soprattutto nel difficile periodo della pandemia da coronavirus, durante il quale è stato, come sottolineato, sempre “in prima linea” e disponibile con tutti.

Alla conferenza sono stati resi noti i finanziamenti che verranno assicurati, tramite concorsi pubblici, per il patrocinio di varie manifestazione d’importanza per la Regione, per le sovvenzioni dei trasporti pubblici, soprattutto nelle microregioni del Gorski kotar e nel comune di Vinodol, per la manutenzione delle strade pubbliche e non qualificate a favore di un veloce collegamento tra le aree rurali e le città, come pure per i progetti riguardanti lo sviluppo del turismo invernale nel Gorski kotar.
“Collegare l’entroterra e le aree con i maggiori centri urbani è una delle priorità della Regione – ha dichiarato Vojko Braut – precisamente il Gorski kotar e il comune di Vinodol, i cui collegamenti sono ai minimi livelli a causa dei trasporti quasi inesistenti. Per questo motivo la Regione ha aumentato l’importo annuale, che verrà tratto dal bilancio, a 2,5 milioni di kune, mentre un milione verrà destinato alla manutenzione delle strade. Un altro punto di riferimento sarà quello di investire nel turismo invernale del Gorki kotar. Quando si parla di quest’area, non si pensa solo al Platak ma a tante località, appetibili per le varie attività sportivo ricreative invernali. Delnice, Mrkopalj, Petehovac, Vrbovsko e tante altre località sono la punta di diamante per sviluppare un turismo invernale di qualità che attirerà gli amanti degli sport sulla neve. Per il momento sono state assicurate 300mila kune”.
Per quanto riguarda i finanziamenti di sostegno e patrocinio delle manifestazioni d’interesse per la Regione, Goran Petrc, responsabile dell’Ufficio della Regione, ha fatto sapere che per il secondo semestre di quest’anno sono state assicurate 700mila kune per circa 150 eventi vari. “Nei primi sei mesi, la somma era di poco superiore alle 800mila kune, che sono state assegnate in totale, ora attenderemo il termine del bando per suddividere la seconda trance alle istituzioni, associazioni o enti che presenteranno eventi e programmi interessanti”.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display