Zahid Habibović: non chiamatelo eroe

Nel corso della sfilata del Carnevale l'agente del Reparto d’intervento della Questura di Fiume si è tuffato in mare salvando la vita a un 55.enne caduto in acqua

Zahid Habibović con il premio. Foto: Ivor Hreljanović

È stato insignito di un riconoscimento molto speciale l’agente del Reparto d’intervento della Questura di Fiume, che domenica scorsa, nel corso della sfilata di Carnevale, si era tuffato in mare per salvare un uomo che era caduto in acqua e rischiava di annegare. Il premio gli è stato conferito da parte dell’Ente per il turismo di Fiume. “Tutti gli eventi di Carnevale sono trascorsi in un clima di serenità e senza particolari criticità, grazie anche agli agenti di Polizia che hanno saputo mantenere l’ordine e, come in questo caso, intervenire in caso di necessità. Per questo motivo abbiamo voluto premiare Zahid Habibović, rendendogli il giusto merito per aver salvato uno dei membri del gruppo Zmešani Volosko”, ha detto Petar Škarpa, direttore dell’Ente.
Il vicesindaco, Nikola Ivaniš, ha dichiarato che oltre ad avere una delle più belle sfilate di Carnevale, abbiamo anche dei validi rappresentanti delle forze dell’ordine, sempre presenti nel momento del bisogno. “Questo è un fattore chiave visto che quest’anno avremo tantissimi eventi che richiameranno migliaia di persone”, ha detto il vicesindaco.
Un gesto istintivo
Molto fiero del proprio collega, e ci mancherebbe altro, il responsabile del reparto di Polizia della Questura, Goran Gašpert, il quale ha ribadito che con questo gesto Zahid ha dimostrato che la Polizia lavora quotidianamente a favore della sicurezza della cittadinanza.
Come sono andati esattamente quei concitati momenti, lo ha spiegato il diretto interessato. “A un certo punto abbiamo ricevuto la comunicazione che c’era un uomo in mare. Sono corso verso la Riva e una volta individuato non ci ho pensato due volte: mi sono tolto immediatamente la divisa, ho messo da parte le armi e mi sono tuffato. Nel frattempo sono giunti i Vigili del fuoco che ci hanno trascinati verso la riva con una fune e poi abbiamo aspettato il Pronto soccorso che è arrivato nell’arco di un paio di minuti. Non c’era troppo tempo per pensare, ho reagito d’impulso”, ha raccontato Zahid, affermando che il 55.enne si è fatto vivo dopo due giorni per ringraziarlo.

La presentazione della mostra “I volti sorridenti del Carnevale fiumano”

Un’azione umanitaria
Anche se la 37ª edizione del Carnevale è ormai acqua passata, le azioni umanitarie legate a esso proseguono senza sosta. Infatti, per il nono anno consecutivo, oggi verrà inaugurata la mostra “I volti sorridenti del Carnevale fiumano”. Allestita dal fotografo Nikola Kurti, in collaborazione con la Città e l’Ente per il turismo, l’esposizione vuole raccogliere fondi che quest’anno saranno interamente devoluti a favore del Centro per l’autismo di Fiume. Come puntualizzato da Ines Boban Štiglić, durante il periodo di Carnevale sono state organizzate otto azioni umanitarie, dalla donazione di sangue alle minestre mascherate, dalle due serate del gruppo carnevalesco Čiketi al Gran Galà, passando dal ballo in maschera per bambini alla Notte delle crinoline, per terminare con questa mostra di Nikola Kurti, che presenta tutta una serie di volti mascherati, scattati durante le due sfilate, dei bambini e internazionale.
La mostra fotografica è consultabile sul sito Internet www.fotokurti.com e ognuno potrà scegliere di portarsi a casa la foto che più gli piace. Donare è molto semplice: basta andare all’ufficio informatico dell’Ente per il turismo in Corso (TIC), ritirare il bollettino bancario ed effettuare il bonifico (50 kune per la foto piccola, 150 per quella grande) direttamente sul conto corrente del Centro per l’autismo. Di seguito, basterà recarsi con la conferma dell’avvenuto pagamento allo studio fotografico Kurti in Calle Canapini e ritirare la foto, già incorniciata. La mostra rimarrà in visione fino al 13 marzo. Grazie ai mezzi raccolti verrà acquistato un software che aiuterà la comunicazione delle persone affette da autismo, come spiegato dalla direttrice del centro, Sanja Barić. Presenti all’evento anche Mastro Toni e la reginetta Dora Pilepić i quali proprio ieri sera sono partiti alla volta di Strumica, nella Macedonia del Nord, dove faranno da ambasciatori del Carnevale fiumano presentandone tutte le peculiarità.

Facebook Commenti