Via le luminarie, si spera nella «normalità»

Bora e freddo svuotano il mercato cittadino. Rari gli acquirenti, più che scarsa l’offerta sulle bancarelle

Tolte le luminarie in Corso

Terminate le festività di fine anno gli addetti ai lavori si sono messi all’opera per smantellare le luminarie e l’albero che abbellivano il Corso. Causa le disposizioni antipandemiche, gli organizzatori, l’amministrazione cittadina e l’Ente turistico, hanno dovuto annullare tutti i programmi legati alla manifestazione Avvento in città, il veglione in centro, la fiera, gli eventi musicali e culturali e le offerte gastronomiche. Ma le luminarie che illuminavano il Corso e le vie circostanti e il maestoso albero di Natale hanno regalato non poche emozioni in un periodo d’incertezza e apprensione che ha contrassegnato tutto l’anno passato. In concomitanza con la fine di un evento ne inizia uno nuovo, quello del Carnevale, che purtroppo, quest’anno sarà non solo ridimensionato, ma praticamente inesistente senza balli, sfilate e divertimento.

Deserto il mercato cittadino

Scarsi affari ieri mattina per i venditori del mercato cittadini. A causa del freddo pungente la maggior parte delle bancarelle è rimasta vuota. Soltanto pochi temerari hanno avuto il coraggio di esporre la merce. I rari acquirenti che si aggiravano non hanno avuto molta scelta e hanno dovuto rimandare gli acquisti.

Facebook Commenti