Una tradizione che va mantenuta

Presentato il ricco programma per la celebrazione di San Nicolò

0
Una tradizione che va mantenuta
Mario Gerić, Marica Njegovan e Darko Glažar. Foto: GORAN ŽIKOVIĆ

Dopo due anni di pandemia, durante i quali Fiume ha celebrato in modo sobrio la festività di San Nicolò, amico dei bambini, ma anche Santo patrono dei marinai e dei pescatori, quest’anno finalmente tutti gli eventi si svolgeranno come nel periodo prepandemico. La manifestazione è stata presentata don Mario Gerić, incaricato dell’Apostolato del mare, da Marica Njegovan, segretaria del Comitato organizzatore, e da Darko Glažar, a capo della Capitaneria di porto di Fiume.
Il programma avrà inizio domenica 4 dicembre, con il tradizionale pellegrinaggio per mare, che porterà per il 24º anno consecutivo i fedeli dal porto fiumano fino all’antico santuario di San Nicolò a Kraljevica, il più antico nell’Adriatico dedicato al Santo. Qui, alle ore 11, verrà celebrata una messa di ringraziamento. I pellegrini partiranno dal porto di Fiume alle ore 9 a bordo di diverse imbarcazioni. Al ritorno saluteranno, con le sirene di bordo, gli abitanti di Buccarizza (Bakarac). Seguiranno delle brevi soste a Buccari e nel porticciolo di Podurinj a Kostrena.

Processione, un percorso lungo 30 anni
Lunedì 5 dicembre, i membri del Comitato assieme agli studenti della Facoltà di Marineria, faranno vista ai piccoli degenti dell’Ospedale pediatrico di Costabella, ai quali porteranno anche dei regali. Alle 18 inizierà, per il 30º anno consecutivo, la processione che partirà dalla Riva per concludersi nella Chiesa della Madonna di Lourdes (dei Cappuccini), dove l’arcivescovo di Fiume, mons. Mate Uzinić, officerà la Santa Messa, con inizio alle 19.
Il 6 dicembre, festa del patrono, alle ore 9 nell’atrio di Palazzo Adria verrà acceso tradizionalmente un cero in ricordo di tutti i marittimi che hanno perso la vita nella Guerra patriottica, mentre alle 10 la motovedetta Vid, riverniciata a nuovo – come ha voluto sottolineare Darko Glažar –, prenderà il largo per gettare in mare aperto corone di fiori in onore di tutti coloro che sono scomparsi per l’appunto in mare. A Kostrena, nelle acque antistanti il porticciolo di Stara Voda, verrà gettata in mare una corona di fiori nel punto in cui affondò la nave Igrane, alla vigilia di Natale del 1959. La cerimonia commemorativa avrà inizio alle ore 13. Alle 17 e 18 si svolgeranno le messe solenni nelle chiese consacrate al Santo. La giornata del 7 sarà dedicata interamente alla Facoltà di Marineria con la Giornata aperta dell’istituto. Sabato 10, si proseguirà con il pellegrinaggio a Kraljevica dove, dalle 10 alle 12, i sommozzatori si riuniranno davanti al Club Adria a Oštro. Gli eventi termineranno il 19 dicembre con una conferenza intitolata “Cambiamenti climatici”, che si svolgerà nella Sala di lettura di Kostrena.
Don Mario Gerić ha dichiarato che lo scopo di tutti gli eventi è ricordare tutti coloro che non ci sono più e che sono scomparsi in mare. “San Nicolò è sicuramente uno dei santi più amati da grandi e piccini. La tradizione nasce tantissimi anni fa quando durante uno dei suoi viaggi verso la Terra Santa, ci fu una forte tempesta in mare e San Nicolò con la sua preghiera riuscì a calmare le acque, salvando così tutti quelli che si trovavano a bordo della nave. Per tale motivo, noi con le nostre preghiere, ricordiamo tutti coloro che vivono per e grazie al mare”, ha detto.
Marica Njegovan ha dichiarato che Fiume si è inclusa nelle celebrazioni con l’inaugurazione dell’Apostolato alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso, quando operavano le aziende marittime Jugolinija, Jadrolinija e Lošinjska plovidba. “Oggi purtroppo, anche se siamo una città di mare, è rimasta in vita soltanto la Jadrolinija. Fiume ha, inoltre, pochissime agenzie per marittimi. Noi, però, tentiamo di fare il possibile affinché la tradizione non vada persa”, ha detto.
Il capitano Glažar ha dichiarato che per ora le previsioni del tempo non promettono nulla di buono. Tutti gli interessati a unirsi al pellegrinaggio via mare, unico nel suo genere, che si svolge nel mese di dicembre, sono invitati quindi a seguire le previsioni meteo, poiché in caso di forte pioggia, l’evento si terrà senza cittadini a bordo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display