Una storia travagliata in attesa del lieto fine

L’edificio che ospita al pianterreno l’ex Viktorija

Lieto fine (a quanto sembra) per lo storico ristorante-pizzeria Viktorija, in via Manzoni, nel rione di Braida. Dopo anni di attesa il diritto di proprietà è stato iscritto alla Città di Fiume a conclusione del processo di armonizzazione dei libri fondiari con il registro dei contratti di proprietà relativi all’intero edificio. La Città, ovvero il Dipartimento per la gestione degli immobili, aveva inoltrato una richiesta allo Stato nel 2015 per “riavere” il palazzo, ma all’epoca era stata definita prematura. Finalmente, il 5 settembre dell’anno scorso il Tribunale comunale di Fiume ha deliberato il passaggio di proprietà dallo Stato alla Città.
Attualmente è in corso lo svuotamento del locale, ma anche i lavori edili nell’area, che prevedono una serie di interventi, ovvero la realizzazione del collegamento pedonale con via Manzoni e il risanamento e la messa in sicurezza del muro del club di pugilato. Previsti pure gli scavi per la posa delle tubature dell’acquedotto e della canalizzazione che verranno collegate a quelle già esistenti in via Manzoni. Infine, il collegamento pedonale, che comprende l’attuale terrazza dell’ex ristorante-pizzeria, verrà piastrellato. Tutti questi lavori dovrebbero concludersi entro il 1.mo luglio di quest’anno. Una volta terminati i lavori, la Città pubblicherà un bando di concorso per l’affitto del locale. In conformità al regolamento, la Commissione cittadina per i vani d’affari proporrà almeno due attività che potranno venire esercitate dall’affittuario.
Ci sono voluti anni…
Ci sono voluti anni per risolvere la questione. Ricorderemo che il palazzo era stato iscritto come proprietà dello Stato nel 2009 in esecuzione della relativa Legge, secondo la quale lo Stato maturava il diritto di iscriversi come proprietario degli immobili fino a quel momento gestiti dalle unità di autogoverno locale, di cui non si conosce, o non si conoscono però i titolari. La pizzeria Viktorija, che negli anni aveva cambiato molti proprietari, ma non l’attività, era rimasta aperta fino al 2011. Chiuse i battenti per il mancato pagamento dei conti da parte dell’allora proprietario, il quale aveva gestito il locale per un decennio circa. Pur avendo un regolare contratto d’affitto fino al 2020, a causa dei debiti accumulati era intervenuto il fisco il quale vietò l’attività. Nel 2014 l’affittuario venne costretto a svuotare lo spazio in via esecutiva e a consegnare le chiavi al locatore, la Repubblica di Croazia. Da quel momento il locale era rimasto chiuso e dell’amata pizzeria era rimasta soltanto l’insegna davanti alla porta d’entrata. La Città si era messa in moto anche perché l’interesse per il Viktorija era altissimo. Ora che l’annosa questione si è risolta il locale potrà venire concesso in affitto, sperando che la tradizione della pizzeria verrà portata avanti anche in futuro e che il nome rimanga lo stesso, in ricordo di una delle prime pizzerie aperte in città.

Facebook Commenti