Un Natale in CI di Fiume nel connubio di tutte le arti

A Palazzo Modello inaugurata la mostra «Nuove visioni» della «Romolo Venucci», in visione fino al 13 gennaio. Salone delle feste gremito per lo spettacolo delle sezioni

0
Un Natale in CI di Fiume nel connubio di tutte le arti
La mostra a Palazzo Modello rimarrà in visione fino al 13 gennaio. Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

Si chiama “Nuove visioni” la mostra inaugurata ieri nella Sala mostre della Comunità degli Italiani di Fiume, che rimarrà in visione fino al 13 gennaio. Un allestimento in cui le pittrici della sezione di arti figurative “Romolo Venucci”, guidate dalla prof.ssa Tea Paškov Vukojević, hanno presentato la loro visione dei quadri di artisti famosi. “Abbiamo preso i capolavori degli impressionisti e post impressionisti del XX secolo ridefinendo le loro opere, cambiandone i colori e le strutture. In questo modo i nostri pittori hanno potuto capire quanto fosse lungo il percorso fatto dagli autori”, ha detto la maestra. Dopo i lavori delle ceramiste, ora si possono ammirare dei bellissimi quadri, ha detto la presidente del sodalizio, Melita Sciucca. “Nonostante il Covid, le piogge, le alluvioni, noi andiamo avanti. Sono orgogliosa di tutto quello che viene fatto dai nostri attivisti di tutte le sezioni, senza i quali la CI non esisterebbe. Continueremo su questa strada e cercheremo di fare ancora di più nel 2023; più stage, più laboratori, uscite e gite”, ha detto.

Una serata scoppiettante
Nel prosieguo della serata tanta allegria e divertimento. Infatti, nel gremito Salone delle feste si è tenuto il concerto “Aspettando Natale”, al quale hanno preso parte tutte le sezioni vocali della CI. A inaugurare l’evento, la proiezione del video del coro della SEI Dolac con la canzone “Te sento Fiume”, e di due brevi filmati intitolati “Fiume, la città che…”, nati dalla collaborazione tra la CI e il Dramma Italiano, ovvero da un’idea di Federico Guidotto e Giuseppe Nicodemo. E poi, via alla musica con Alida Delcaro, i mini e i maxicantanti, ma anche alle risate con Franzelin, che purtroppo ha dovuto rinunciare alla sua mano destra, ovvero Carletto, assente giustificato.
Tanti gli applausi pure per i due Virtuosi fiumani, ovvero Antonio Mozina e Aldo Racanè, per il Coro femminile che ha proposto tutta una serie di canzoni natalizie, per Ivo Zorco. C’è stato anche il momento della poesia, recitata da Selina Sciucca, che ha condotto la serata. Lo spettacolo si è concluso con il gruppo vocale “Al coda” guidato da Ilenia Sekulić, al quale alla fine si è unito infine il Coro femminile che con il pubblico ha intonato “Pastori festeggiate”.
A salutare i presenti a fine serata è stata Melita Sciucca, che ha voluto augurare Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i presenti.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display