Un mondo più sano con tante piantine verdi

Gli alunni della SEI «Belvedere» hanno ricordato la Giornata Mondiale della Terra con una bella azione

I bimbi al lavoro assieme alla loro insegnante

Ogni anno oltre un miliardo di persone si mobilita per l’Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra e ben venga un evento green mondiale che ci ricordi di proteggerla. Quest’anno il tema portante è “Ripristina la tua Terra” ed è volto a rilanciare il benessere del nostro globo. Per essere più consapevoli, più rispettosi e più benevoli verso tutto ciò che ci offre questo nostro pianeta così unico, basta poco e un tanto lo hanno dimostrato gli alunni delle prime quattro classi, italiane e croate, della scuola elementare “Belvedere”. Rispettando le severe norme antipandemiche che vigono a scuola, i bimbi hanno trattato il tema della terra e di tutte le sue peculiarità, di come, nel loro piccolo mondo, rendersi utili per salvaguardare tutto il bello che il pianeta ci offre. Dopo che gli insegnanti hanno esposto il tema in classe e organizzato vari laboratori, ciascun scolaro è stato invitato a portare una piantina a scuola, modesta e piccola, ma che con il tempo crescerà se verrà trattata con cura. Durante la mattinata dedicata alla Terra, ogni classe separatamente, ha avuto modo di mettere a dimora le proprie piantine nelle giardiniere del cortile e nell’area verde che circonda la scuola. Armati di guanti e palette, gli alunni hanno preso il compito con molta serietà e, aiutati dalle insegnanti, hanno portato a termine il loro lavoro.

Pure nel giardino esterno sono stati piantati fiori
Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

“Ogni anno la scolaresca s’impegna a trattare il tema della Giornata della Terra – ci ha detto Ivana Kastelc, pedagoga della scuola e coordinatrice dei lavori di giardinaggio –. Un piccolo aiuto da parte degli alunni per rinverdire l’area che li circonda e rendere più accogliente il luogo nel quale trascorrono una parte della loro giornata. Purtroppo, a causa della pandemia in corso, gli alunni delle classi superiori non hanno potuto partecipare a questo progetto, ma si rifaranno l’anno prossimo. Ad aiutare gli alunni è stato pure il personale scolastico, che ha riempito le giardiniere con la terra in parte acquistata e in parte ricevuta in regalo da un benefattore che ha voluto mantenere l’anonimato. Tutti ci siamo impegnati a rendere più bello, verde e colorato l’ambiente lavorativo. Un enorme grazie al nostro pianeta”.

Vecchi pneumatici trasformati in vasi colorati

Facebook Commenti