Turisti italiani a Fiume: toccata e fuga

Turisti al Castello di Tersatto. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

Il turismo urbano è in rapida e costante crescita. Lo rilevano i dati statistici, ma anche la significativa impennata degli appartamenti privati che vengono affittati, un business sempre più redditizio. E non ci vuole molto per capirlo, basta infatti fare una passeggiata in centro città per rendersene conto. Gruppi di turisti, spesso impegnati in visite guidate, sono una presenza costante in Corso, ma anche lungo il Molo longo e nei vari bar e ristoranti. Si tratta di vacanzieri provenienti un po’ da tutta l’Europa, ma non di rado anche da altri continenti. Intanto, ieri siamo andati “a caccia” di turisti italiani per sapere come si trovano a Fiume, che cosa li ha colpiti maggiormente, sia in positivo che in negativo, e quanto intendono fermarsi in città.

La comitiva di giovani giunta da Padova

Vacanze a Laurana
Siamo incappati su un gruppo di turisti giunti da Verona e da Treviso. “Stiamo trascorrendo le vacanze a Laurana, ma ogni tanto ci spostiamo per visitare altre località. Abbiamo deciso di venire a Fiume, ma purtroppo non siamo ancora in grado di dare un’opinione perché siamo appena arrivati. Ci siamo informati un po’ sulla storia della città e contiamo di visitare il centro, la Cattedrale, l’ex rifugio antiaereo che, da quello che abbiamo letto, è stato costruito dagli italiani durante la Seconda guerra mondiale. Abbiamo tutta la giornata a disposizione e speriamo di trascorrerla la meglio”, hanno rivelato.

Un gruppo di turisti provenienti da Verona e Treviso

Cherso e Lussino
Un’altra comitiva di giovanissimi padovani, con tanto di zaini e sacchi a pelo in spalla, era molto interessata alla fiera di prodotti artigianali inaugurata ieri. “Stiamo girando un po’ la Croazia. Siamo stati qualche giorno a Veglia, ora pernotteremo a Fiume per poi proseguire il nostro tour. Ci piacerebbe visitare le isole di Cherso e Lussino. Siamo appena arrivati, ma la città ci è piaciuta già al primo impatto. La visiteremo meglio più tardi quanto ci saremo sistemati nell’ostello. Soggiorniamo in uno vicino al mare, per cui non vediamo l’ora di farvi un tuffo”, hanno detto i ragazzi.

Francesco e Alessia arrivano da Torino

A casa nostra
Anche una simpatica coppia di torinesi è appena arrivata in centro città. “Per il momento possiamo dire che abbiamo faticato a trovare parcheggio – hanno ammesso sorridendo Alessia e Francesco –. Trascorriamo le vacanze a Veglia e siamo molto soddisfatti. Avete un mare e una natura veramente stupendi. Abbiamo scelto la Croazia per la prima volta, ma sicuramente ci torneremo ancora. Trascorreremo la giornata a Fiume e cercheremo di visitarla per quanto ci sarà possibile. Molto bella la Torre civica con l’aquila bicipite… Per il momento abbiamo visto quella. E poi abbiamo sentito la gente parlare in italiano e questo ci ha fatto sentire un po’ a casa nostra”.

Emanuele, a Fiume da Bologna

Vivibile e ospitale
Un’altra famiglia proveniente da Bologna ci ha raccontato di alloggiare momentaneamente a Segna e di avere trascorso le vacanze sulla costa dalmata. “Oggi abbiamo deciso di visitare Fiume. Siamo rimasti colpiti dalla storia e dal fatto che per un periodo era stata italiana. Inoltre ci sembra una città molto vivibile e ospitale. Non abbiamo avuto problemi a farci capire in italiano. L’abbiamo ammirata anche dal Molo longo ed è veramente bella. Ci hanno consigliato di visitare la pescheria e l’abbiamo fatto. Davvero stupenda. Magari l’anno prossimo decideremo di rimanerci qualche giorno in più”, hanno concluso i bolognesi.

Facebook Commenti