Terminal LNG. «Persa una battaglia, non la guerra»

Foto: Roni Brmalj

A scagliarsi contro il progetto del rigassificatore galleggiante, giudicato una bomba ecologica, erano state istituzioni, partiti politici e cittadini i quali però hanno dovuto alzare bandiera bianca. Il più determinato a opporsi all’impianto offshore era stato il sindaco di Castelmuschio Mirela Ahmetović, che nonostante tutto è decisa ad andare avanti nella sua lotta. “Mi auguro che la nave rimanga lì dov’è, ovvero il più lontano possibile dall’isola. È vero, ho perso una battaglia ma non la guerra. La cosa che mi fa più male è che un terzo del suo costo è stato pagato purtroppo dai cittadini”, ha commentato delusa la deputata al Sabor.

Mirela Ahmetović, sindaco di Castelmuschio (Omišalj)

Facebook Commenti