Teleriscaldamento. Rinnovo entro il 2023 grazie ai fondi dell’Ue

Progetto di oltre 106 milioni di kune

Sanjin Kirigin, Vojko Obersnel e Vatroslav Jukić

Un progetto che supera i 106 milioni di kune, quello presentato ieri dalla municipalizzata Energo e intitolato “Rinnovo del teleriscaldamento a Fiume” e per il quale sono stati assicurati Fondi europei del valore di quasi 84 milioni. “Il progetto prevede la modernizzazione degli impianti di riscaldamento nonché la costruzione di una nuova rete di distribuzione dell’acqua calda. Si tratta dell’ultimo progetto nell’ambito del meccanismo degli investimenti territoriali dell’Agglomerato urbano di Fiume”, ha detto il sindaco Vojko Obersnel, sottolineando che per realizzare il progetto c’è voluto tanto impegno in quanto bisognava soddisfare parecchi criteri previsti dall’Unione europea. “Avremo un sistema più sicuro ed efficace e di conseguenza anche le bollette mensili verranno ridotte sensibilmente. Tutti i progetti in corso, attuati durante il mio mandato, verranno terminati entro il 2023. Lascio al mio ‘erede’ tanto lavoro, ma anche tanti fondi”, ha concluso il primo cittadino.

 

Del progetto hanno parlato il direttore della municipalizzata, Sanjin Kirigin e Vatroslav Jukić, direttore del settore del riscaldamento.

Le attività del progetto prevedono la ricostruzione di 7,9 km di rete per la distribuzione dell’acqua calda, la costruzione di un nuovo collegamento alla rete di distribuzione dell’acqua calda e il rinnovo di quattro impianti di riscaldamento già esistenti. Una volta terminato il progetto, verrà ridotta del 18 p.c. l’emissione di CO2 ed eliminata dalla produzione l’anidride solforosa. In totale verrà rinnovato il 95 p.c. della rete di distribuzione dell’acqua calda già esistente, si passerà completamente al gas naturale e gli impianti saranno attivi 24 ore su 24.

Facebook Commenti