Tassa sui monumenti. Alla «Galeb» 4,1 mln di kune

La proposta della Città destina all’ex nave di Tito più della metà dei complessivi 7,8 milioni

Alla Galeb destinati quasi 4,1 milioni di kune

Con l’intento di alleviare il lavoro agli imprenditori e altri esercizi commerciali in questo periodo di crisi, la Città ha messo nuovamente in atto delle misure che probabilmente saranno in vigore anche agli inizi del prossimo anno. Dato che le entrate delle tasse sui monumenti saranno inferiori del previsto, ovvero circa 7,8 milioni di kune, la Città ha presentato un piano di proposte su come suddividere l’importo. Per quanto riguarda gli esposti che fanno parte del Museo della città d Fiume, si passerà alla terza fase del restauro della nave Galeb, ovvero al rinnovo del mobilio del cosiddetto “ponte pedonale”, all’arredo degli interni, ovvero dell’esposizione museale, nonché al pagamento di vari servizi dell’equipaggio e delle spese per l’ormeggio per un valore totale di 4.096.700 kune.

 

Nell’ambito del programma Necessità pubbliche nel campo della cultura, sono state scelte 11 proposte che verranno cofinanziate con 234mila kune.

In piazza Pul Vele Crikve, da oltre 10 anni viene effettuato il monitoraggio della costruzione del campanile del Duomo, la torre pendente. Per il prossimo anno nel bilancio sono state assicurate 40mila kune con le quali verrà finanziata quest’attività. Per quanto riguarda invece la rivitalizzazione dell’ex Zuccherificio, ovvero del complesso Rikard Benčić (la parte dell’odierno Museo di arte moderna e contemporanea), l’importo previsto ammonta a 697.241 kune.

Per il progetto “Uniamoci con il patrimonio” sono previste 89.500 kune con le quali verrà realizzata la documentazione progettuale per il centro turistico-culturale, ovvero il Centro visitatori che si troverà nel pianterreno della Filodrammatica, negli spazi dell’odierna Biblioteca civica.

Ci saranno a disposizione 52mila kune per la cura e tutela del patrimonio monumentale nei cimiteri di Cosala e Tersatto, mentre per la raccolta di tutte le opere del pittore Romolo Venucci, 25mila kune.
Dato che l’antica muraglia che si trova davanti alla SE Nikola Tesla fa parte del registro dei beni culturali immobili dal 1970 e si trova anche nella Lista dei beni culturali protetti, è stata prevista una presentazione della stessa. Per la realizzazione sono previste 50mila kune.

Con l’Ente per il turismo locale verrà realizzata un’identità visuale per segnalare tutti gli edifici o strutture che fanno parte del patrimonio culturale. L’idea è quella di realizzare una segnaletica pedonale, grazie alla quale si potranno individuare più facilmente i punti interessanti sia per la cittadinanza locale che per i turisti. Valore del progetto: 70mila kune.

Per quanto riguarda invece gli investimenti più grandi e importanti, ci saranno dei lavori sul Convento domenicano (50mila kune), sulle facciate e sui tetti degli edifici che sono nella lista dei beni culturali (1.076.559 kune), sul rinnovo delle tombe di Cosala e Tersatto, in base alla lista delle priorità (60mila kune), per il rinnovo della facciata del palazzo della Port Authority (1 milione di kune), nonché per il rinnovo delle vasche rituali “mikveh” nell’edificio della sinagoga (20mila kune).

Facebook Commenti