Fiume. Stazione dei treni: un lungo rinnovo

È ancora ferma l’opera di restauro del vestibolo in cui erano stati rinvenuti degli affreschi. Qualcosa, però, si è mosso

0
Fiume. Stazione dei treni: un lungo rinnovo
Il palazzo restaurato della Stazione ferroviaria. Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

Da quando, nel marzo scorso, si sono conclusi i lavori di restauro della parte esterna dello splendido palazzo in stile neoclassico della Stazione ferroviaria di Fiume, il progetto di rinnovo, che avrebbe dovuto includere anche la ristrutturazione degli spazi interni, risulta bloccato fino a data da destinarsi. Come avevamo già scritto in precedenza, i restauratori dell’azienda zagabrese “Terracotta”, alla quale era stato affidato l’appalto, avevano riscontrato nei vani della biglietteria, nella zona del vestibolo, una serie di affreschi “nascosti” dall’intonaco posato nell’ambito delle precedenti ristrutturazioni. Essendo il palazzo sotto tutela in quanto bene culturale, è stato necessario fermare gli interventi e rischiedere la stesura di un nuovo progetto di recupero. Il compito spetta al proprietario dell’edificio, l’azienda statale HŽ Infrastruktura, alla quale ci siamo rivolti per informazioni sull’attuale stato delle cose. “Il bando di concorso per la stesura del progetto di restauro dei vani interni si è concluso – ci è stato risposto – e ad aggiudicarselo è stata l’azienda MI3 projekt. Secondo gli accordi, dovrebbe venire stilato entro il mese di gennaio del 2023, dopo di che verrà aperto il concorso per l’assegnazione dell’appalto. Il valore dell’intervento è stato stimato a 4,5 milioni di kune e interesserà gli spazi del vestibolo, della sala d’attesa e dei vani adiacenti volti ad accogliere i passeggeri. Il resto dell’opera di restauro è stato portato a termine, inclusi il risanamento dei wc e l’installazione dell’impianto di climatizzazione. È costato 19,7 milioni di kune”, hanno riferito infine dall’azienda.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display