Spazio lavorativo al passo con i tempi

Con l'inizio del secondo semestre gli assistiti del Centro per l'istruzione e la formazione avranno a disposizione spazi nuovi

0
Spazio lavorativo al passo con i tempi
Il sopralluogo dei vertici cittadini e regionali. Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

La sezione periferica del Centro per l’istruzione e la formazione, che attualmente opera nell’edificio principale del Centro, in Belvedere, avrà finalmente uno spazio adatto alle necessità dei suoi assistiti. Procedono, infatti, senza sosta i lavori di ristrutturazione di quello che finora era il deposito per il bibliobus cittadino e regionale, in via Ante Pilepić 1a a Zamet. I lavori e la ristrutturazione dell’ex sede bibliotecaria, sono stati resi possibili grazie a un progetto concettuale approvato dal Ministero della Scienza e dell’Istruzione. Il centro si estenderà su una superficie pari a 233 m2 e disporrà di due aule, una stanza sensoriale, un ambulatorio, una stanza per la fisioterapia, una cucina ausiliare, due servizi igienici adatti per i disabili, due per il personale, un guardaroba e uno spazio per i laboratori.
I lavori dovrebbero venire terminati entro la fine del mese, in modo da permettere ai ragazzi di iniziare il secondo semestre nel nuovo centro.
I rappresentanti della Città e della Regione, rispettivamente il sindaco Marko Filipović, la sua vice Sandra Krpan e il vicepresidente della Regione, Vojko Braut, hanno effettuato un sopralluogo in loco. “Come promesso, assieme al sindaco e all’altro suo vice, Goran Palčevski, ci siamo mossi per risolvere in tempi quanto più brevi il problema dello spazio della sezione periferica del Centro per l’istruzione e la formazione. Siamo molto contenti che pure la Regione ci sia venuta incontro e le siamo grati. I ragazzi, che finora si trovavano nell’odierno asilo Baredice, avranno finalmente uno spazio tutto loro, con mezzi didattici al passo con i tempi. Sono bambini e ragazzi che hanno delle difficoltà intellettuali e motorie e che necessitano do cure particolari. Sono sicura che avranno ora condizioni più adatte alla loro istruzione e formazione”, ha detto Sandra Krpan.
Si tratta, come precisato da Vojko Braut, dell’ennesimo progetto che viene portato avanti in collaborazione con la Città. “Un intervento che andava fatto in tempi rapidi poiché è nostro compito prenderci cura di ogni segmento della nostra società. Sono contento di vedere che tutti i lavori procedono come da programma e che una volta terminati avremo uno spazio consono alle necessità del programma scolastico. Ringrazio la Città per quest’iniziativa e gli esecutori dei lavori che si attengono alle scadenze”, ha detto Braut.
Soddisfatta pure la direttrice del Centro, Ivone Šabarić Rubeša. “Ringrazio tutti coloro che hanno permesso ai nostri ragazzi di ottenere finalmente uno spazio adatto a loro. Quest’anno abbiamo due classi, in totale 12 bambini e ragazzi, di cui 6 provengono da Fiume e gli altri dal resto della Regione. Gli spazi saranno completamente nuovi e offriranno delle eccezionali condizioni di lavoro. Anche se 200 m2 possono sembrare troppi per 12 ragazzi, dobbiamo tenere conto del fatto che molti si muovono con la carrozzina e quindi c’è bisogno di tanto spazio. Da non dimenticare che i ragazzi frequentano il nostro centro fino al 21º anno d’età”, ha concluso Šabarić Rubeša.
Il valore dell’intervento è di 1.961.781,254 kune, di cui 700mila assicurate dalla Regione.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display