Sosta vietata: infrazioni in calo

Foto Nikola Cutuk/PIXSELL

Dal 19 agosto, ossia da quando sono entrate in funzione le nuove telecamere che segnalano le automobili parcheggiate in sosta vietata in centro città, sono state evidenziate complessivamente 366 infrazioni (fino al 25 agosto). Ai proprietari delle auto è stato inviato un avviso sulla violazione commessa. Dai dati messi a disposizione dalla Direzione dei vigili urbani, in media quotidianamente le telecamere hanno registrato 52 infrazioni. Le più frequenti riguardano il parcheggio in sosta vietata, quindi nei posti riservati ai veicoli per la fornitura degli esercizi commerciali e infine in quelli dove viene ostacolata l’uscita delle automobili parcheggiate. Per quanto riguarda le zone di copertura del sistema, la maggior parte delle contravvenzioni è stata commessa in via Adamich e in piazza Adria (il 37,3%), seguita all’incrocio tra la Riva, Riva Bodoli e via Ivan de Zajc (il 21,2%).
Confrontando i dati con quelli relativi al periodo di collaudo, quando le infrazioni non erano state sanzionate, ovvero dal 5 all’11 agosto, è stata evidenziata una riduzione del 23%.
Marko Drpić, a capo della Direzione dei vigili urbani, precisa che il campione per il mese di agosto è ancora insufficiente per un’analisi più approfondita, anche perché l’intensità del traffico è attualmente ridotta.
Comunque sia, i primi risultati rilevano una tendenza alla riduzione del numero delle infrazioni, soprattutto per quanto riguarda il parcheggio nelle fermate degli autobus. Ciò significa che l’introduzione del sistema di videocamere ha avuto effetto e che ha migliorato il livello di consapevolezza dei conducenti. Molto probabilmente la situazione migliorerà ulteriormente dopo che i primi avvisi sulle trasgressioni arriveranno all’indirizzo dei proprietari delle auto, contribuendo così a cambiare le brutte abitudini nel traffico.
Al momento sono state installate cinque telecamere che registrano 24 ore su 24. L’importo delle multe varia dalle 300 alle 700 kune.

Facebook Commenti