Sindaco di Fiume. Sondaggi: Filipović in pole, ma al ballottaggio rischia

Foto Roni Brmalj

Marko Filipović (Partito socialdemocratico-Sdp) vincerà al primo turno delle elezioni amministrative di domenica 16 maggio, ma nel ballottaggio in programma due settimane dopo avrà un arduo compito per ereditare la poltrona che per oltre vent’anni è stata di Vojko Obersnel. E’ questo il punto principale del sondaggio effettuato da Rtl tv (su un campione di 600 elettori) per quando concerne la corsa a sindaco di Fiume. L’attuale vicesindaco nella prima tornata conquisterà, secondo il sondaggio, il 23,9% dei voti, davanti all’ex direttore del Centro clinico ospedaliero Davor Štimac (candidato indipendente), che può contare sul 17,5% dei consensi. Nikola Ivaniš dei Alleanza litorale-montana (Pgs) si piazza al terzo posto con il 14,9%, mentre Josip Ostrogović (Hdz) arriva al 12,2%. Seguono Marin Miletić (Most) con l’8,8%, Ana Blečić Jelenović (Lista per Fiume) con il 4,7% e Katarina Peović (Fronte dei lavoratori) che gode della fiducia del 3,8 degli elettori.
Quindi, Filipović dovrebbe accedere sicuramente al ballottaggio, ma alle sue spalle si sta svolgendo una vera e propria lotta all’ultimo voto per conquistare la possibilità di far capitolare un rappresentante dell’Sdp, da sempre al comando nel capoluogo quarnerino. Nel caso dovesse prevalere Štimac, al ballottaggio vincerebbe il socialdemocratico con il 43,1% contro il 39,3% del medico. Un distacco tutt’altro che rassicurante, soprattutto se si prende in considerazione il 9,5% egli indecisi.
Ancora più incerta sarebbe la sfida tra Filipović e Ivaniš: in questo caso il socialdemocratico potrebbe contare sui voti del 39,6% dell’elettorato, mentre il medico si fermerebbe al 37,1%. L’ultima possibilità, almeno secondo il sondaggio effettuato dall’agenzia Promocija plus per il canale televisivo Rtl, vedrebbe confrontarsi l’attuale vicesindaco e Ostrogović dell’Hdz. In questo caso non ci sarebbe proprio storia: Filipović trionferebbe con il 49,6% delle preferenze contro il 27,8% del rappresentante del partito al potere a livello nazionale.

Facebook Commenti