Progetto «Apri gli occhi» in versione online

Giuliana Morsi, Livia Mjeda e Mirna Međimorec

L’Associazione “… ai bambini con amore”, in collaborazione con l’ IAPB Italia onlus – Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, ha avviato nel 2017 il progetto “Apri gli occhi”, nell’ambito della campagna “Vogliamo allenare la vista”. Lo scopo del progetto era quello di scoprire quanti sono i bambini che soffrono di un qualsiasi tipo di problema alla vista e in collaborazione con la Regione litoraneo-montana era stato realizzato un cartone animato dedicato ai bambini di età prescolare e fino agli 11 anni. Vista la situazione epidemiologica, i membri e volontari dell’Associazione non possono fare visita alle scuole e asili. Per questo motivo il cartone animato d’ora in poi sarà visibile sul canale Youtube dell’Associazione. “Questo valido progetto, realizzato dall’IAPB Italia – onlus, vuole sensibilizzare le persone al problema della vista che si presenta sempre più spesso già in tenera età – ha detto Livia Mjeda, presidente dell’Associazione –. Infatti, ai genitori viene proposto di effettuare la prima visita oftalmologica già all’età di 3 anni dei bambini e di porre attenzione su eventuali problemi che si manifestano con la vista. L’Organizzazione mondiale della salute aveva proposto a tutte le nazioni di realizzare entro il 2020 iniziative del genere onde ridurre i problemi alla vista. In Croazia questa viene supportata dal Ministero della Sanità, mentre quest’anno abbiamo il contributo anche da parte della Città di Crikvenica e del Comune di Kostrena”.

 

Dopo aver guardato il cartone animato, che è diviso in 5 segmenti da 3 minuti, ai genitori viene proposto un questionario grazie al quale si possono individuare eventuali problemi alla vista dei bambini. I dati ottenuti verranno inviati al CCO di Fiume. In primavera verrà messa in distribuzione anche una bottiglietta d’acqua che avrà un duplice fine: promuovere l’importanza dell’acqua, ma anche della vista. Testimonial dell’acqua saranno i personaggi del cartone animato, ovvero il pipistrello Bat un volatile con problemi alla vista, e i suoi amici. Livia Mjeda ha inoltre annunciato che a breve ci saranno brochure e questionari anche in lingua italiana che verranno distribuiti negli asili e nelle scuole della CNI e che giungeranno direttamente dall’IAPB. Lo scopo di tutto il progetto “Vogliamo esercitare la vista” è quello di aprire un centro per la riabilitazione della vista che al momento non esiste nella nostra Regione. Il progetto è stato presentato ieri in vista della giornata di Santa Lucia, patrona di Kostrena e protettrice della vista.

Facebook Commenti