Medici di famiglia, è ora di correre ai ripari

Mancano i dottori, ma mancano anche i pazienti negli ambulatori sulle isole, nel Gorski kotar e a Fiume

0
Medici di famiglia, è ora di correre ai ripari
Il presidente della Regione, Zlatko Komadina. Foto: IVOR HRELJANOVIĆ

Al primo “euro incontro” dell’anno con i giornalisti, come l’ha definito il presidente della Regione litoraneo-montana, Zlatko Komadina, quest’ultimo ha parlato della sanità regionale e della situazione inerente alla carenza dei medici di famiglia. Illustrando il problema ormai cronico, ha spiegato che il tema verrà discusso al prossimo collegio, come concordato durante la scorsa Assemblea regionale. “L’argomento riguarderà l’assistenza sanitaria primaria in Regione e la Casa della salute, come pure il contratto per la costruzione di quella ad Abbazia”, ha detto, annunciando pure l’imminente inaugurazione della palestra della Scuola media superiore per infermieri, mentre entro il 1º maggio termineranno i lavori d’ampliamento della SE “Ivan Rabljanin” di Arbe. Il Centro di competenza della Scuola media d’alberghiera di Abbazia sarà pronto entro la fine dell’anno.

In tema di carenza di medici di famiglia a causa dell’imminente pensionamento di buona parte di loro, Komadina ha affermato che la maggior parte di coloro che hanno raggiunto i 65 anni d’età ha richiesto di continuare a lavorare per ulteriori due anni. “Inoltre, la Regione ha assicurato, tramite la Casa della salute, 50 specializzazioni di giovani medici. Questa decisione ha avuto delle conseguenze negative sull’attività finanziaria dell’ente. Il passivo è stato coperto con le sovvenzioni dal Bilancio regionale. Inoltre, nel Bilancio sono stati aumentati i mezzi finanziari destinati all’assistenza sanitaria primaria, cosa che l’Istituto nazionale per l’assistenza sanitaria (HZZO) non ha fatto”, ha proseguito.
“La rete dell’assistenza sanitaria verrà mantenuta – ha, inoltre, spiegato –. La questione è se si potranno mantenere tutti gli ambulatori, considerata la riduzione del numero dei pazienti registrata sulle isole, nel Gorski kotar e a Fiume. Il numero ottimale di pazienti iu un ambulatorio è di 1.700, mentre ce ne sono pure di quelli che ne hanno sui 700. Comunque, per il momento le cose non cambieranno”, ha concluso.

Merende gratuite
Komadina ha reso noto che l’anno scolastico è ripreso con una novità, ovvero le merende gratuite nelle 32 SE gestite dalla Regione. “Non ci sono stati problemi e la distribuzione di 9.437 merende è filata liscio. Nella maggior parte dei casi le istituzioni scolastiche organizzano la distribuzione, mentre in alcuni le merende vengono recapitate. Fortunatamente la maggior parte delle scuole è dotata della cucina e del refrettorio. Ciò che manca sono i cuochi. Ci siamo, pertanto, rivolti al Ministero e siamo in attesa dell’autorizzazione per l’assunzione di 12 cuoche o cuochi. In alcune sedi dislocate delle scuole, il pasto caldo viene organizzato nelle aule”, ha spiegato Komadina.
Si è detto molto soddisfatto dei risultati turistici nelle strutture che vengono gestite dal Centro sportivo montano a Delnice. Infatti è stato registrato un aumento di visite del 20 p.c. nella casa dello sport, come pure nel palaghiaccio. “Il settore turistico nel Gorski kotar sta facendo passi da gigante. Rispetto all’anno scorso l’aumento è del 15 p.c. Lo stesso vale per il turismo urbano a Fiume. Rispetto al 2019 l’aumento è del 101 p.c. per quanto riguarda il soggiorno in strutture private commerciali, un po’ di meno se si aggiungono quelle non commerciali, ovvero quando i proprietari non registrano la presenza di turisti. Credo siano necessarie modifiche della legge che regola la materia”, ha spiegato.
Durante l’Avvento, in Regione sono stati registrati 38mila arrivi, 123mila pernottamenti e 40mila turisti, superando le più rosee aspettative degli operatori turistici.
Considerato l’aumento dei prezzi, Komadina ha voluto lanciare un appello al governo riguardante i pensionati e soprattutto quelli con le pensioni più basse, di effettuare l’allineamento delle quiescenze con l’inflazione.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display