Maestoso testimone di un’epoca passata

Rimesso a nuovo l’imponente portone dell’edificio centrale del CCO di Fiume

L’imponente portone del CCO di Fiume completamente rinnovato

Sono terminati quasi in sordina i lavori che per quasi un anno hanno interessato il pianterreno e l’atrio del palazzo principale del CCO di Fiume (ex Accademia Navale di Fiume – Marine-Akademie von Fiume), che ora si presenta più funzionale. Le operazioni edili hanno interessato non soltanto l’atrio, ma anche altri ambienti. mentre al posto della sala d’attesa a sinistra del portone è stata installata una rampa per disabili. Sono stati messi a punto i tre locali a ridosso dell’entrata e trasformati in piccole rivendite di vario tipo. Rimessa a nuovo nell’ala ovest pure l’Unità di terapia intensiva e tutte le tubature dell’impianto idrico. Per ultimo i lavori hanno interessato tutta l’ala orientale e precisamente l’Istituto di ematologia ed endocrinologia. Quest’ultimo ciclo di investimenti ammonta a 11,7 milioni di kune. Dopo decenni d’incuria è stata compiuta una minuziosa opera di ristrutturazione dell’elegante e massiccio portone ed ora si presente più bello che mai. Forse alla pari di quel lontano 3 ottobre 1857, quando fu inaugurata, dopo solo tre anni di lavoro, l’Accademia navale austriaca di Fiume, su progetto di Vincenz Poradowsky von Korab, che operò fino al 1914 quale k.u.k Marine-Akademie (Accademia Navale imperiale e regia), per poi essere trasferita dapprima a Vienna e di seguito a Braunau am Inn, in Austria. Nell 1916 l’imponente edificio fu trasformato in ospedale da campo per poi divenire ospedale civico e attualmente Centro clinico-ospedaliero. Negli anni passati, sono state investite ingenti somme per la ristrutturazione dell’edificio e dei vari reparti che ora si presentano moderni e funzionali. Per l’ultimo il maestoso portone, testimone di una piccola parte della travagliata storia di Fiume.

Foto d’epoca del palazzo dell’Accademia navale di Fiume

Facebook Commenti