L’araldica racconta la storia di Fiume

Inaugurata una mostra in occasione del 360º anniversario dalla concessione dello stemma da parte dell'imperatore Leopoldo I d'Asburgo

Esattamente 360 anni fa l’imperatore Leopoldo I d’Asburgo concedeva lo stemma che la città utilizza tutt’oggi. E per celebrare quest’importante anniversario, in Corso è stata allestita una mostra che ripercorre gli emblemi araldici della città nel corso della sua lunghissima storia. Un viaggio virtuale che inizia nell’epoca romana, attraversa il Medioevo, si concentra nel periodo turbolento del Novecento, per arrivare ai giorni nostri.

Foto Ivor Hreljanović e Goran Kovačić/PIXSELL

“La mostra rappresenta una sorta di genesi degli stemmi e delle bandiere della nostra città – ha spiegato il suo autore, Mladen Stojić, a margine dell’inaugurazione –. Fiume è un caso più unico che raro nel suo genere perché stiamo parlando di una realtà
che è passata sotto tantissime dominazioni nel corso dei secoli, il che inevitabilmente si è riflettuto sui suoi simboli araldici. Una parte dell’esposizione racconta inoltre la storia di alcune famiglie nobiliari fiumane, illustrando infine pure il timbro e lo stemma sia di Sušak che di Tersatto. Questo non è altro che un piccolo scorcio della ricchissima araldica cittadina, che io e miei collaboratori abbiamo voluto presentare in quanto reputiamo molto importante far conoscere la storia della città ai fiumani e ai suoi ospiti”.

Facebook Commenti