La «vecchia Fiume» brilla in Cittavecchia

Lo splendido plastico, con inciso l’anno ‘907 e la targhetta bandaio Paulovic, abbellisce la vetrina del negozio «Beba»

Lo splendido plastico d’epoca della Torre civica. Foto Goran Žiković

Nella celebrazione di Fiume Capitale europea della Cultura (CEC) 2020, si sono inclusi un po’ tutti. Il ricco programma, che si protrarrà per tutto l’anno, prevede tantissimi eventi e manifestazioni che hanno come scopo promuovere la città e le sue peculiarità. In questo senso anche i negozianti hanno voluto dare il loro contributo esponendo in alcune vetrine oggetti che riguardano Fiume e la sua storia. Uno di questi è il negozio con articoli e abbigliamento per bambini “Beba”, che si trova in piazza Santa Barbara in Cittavecchia, che espone in vetrina un bellissimo plastico con la riproduzione della Torre civica e parte degli edifici circostanti. Nella stessa zona, ricorderemo, sono state montate di recente anche le tabelle con gli storici odonimi. Per la scritta bilingue Rijeka-Fiume all’entrata in città bisognerà invece ancora pazientare. Nonostante in un primo momento fosse stata annunciata la collocazione dell’insegna prima della cerimonia d’apertura di CEC 2020, ovvero il 1º febbraio, poi il termine è stato posticipato, al momento sembra, per l’inizio della primavera.
Ritornando allo splendido plastico, la riproduzione della “vecchia Fiume” è stata gentilmente concessa dal signor Kosta, che abbiamo raggiunto telefonicamente. “Sono venuto in possesso di questo plastico una quarantina di anni fa. Infatti, all’epoca lavoravo nell’ex grande magazzino Nama (oggi H&M, nda) e allestivo le vetrine assieme ad un mio collega. Ci piaceva avere sempre qualcosa di nuovo e ci davamo da fare per rendere le vetrine quanto più originali. Infatti, quando venne inaugurato il ponte di Veglia, siamo andati di persona sull’isola per prendere in prestito il plastico ed esporlo nel nostro negozio. Eravamo gli unici in assoluto. Avevamo sempre qualcosa di interessante per allestire la vetrina e così scoprimmo che c’era una signora, che viveva in via Luki, che si trovava in possesso del plastico di Fiume. L’abbiamo visitata per chiederle se fosse possibile prenderlo in prestito, al che lei ci rispose che avrebbe voluto venderlo. Fu così che assieme al mio collega acquistai questo plastico. Su di esso è incisa la data ‘907 e sulla targhetta c’è scritto ‘bandaio Paulovic’. Immagino sia l’ideatore dello stesso. Sugli edifici invece si possono leggere scritte come ‘moda’, il che rappresenta sicuramente il tipo di negozio che si trovava in quel posto. Dato che prima di andare in pensione ero co-proprietario del negozio ‘Beba’, quando iniziarono i preparativi per l’inaugurazione di CEC 2020, proposi ai nuovi proprietari del negozio di esporre questo plastico. Sono stati molto entusiasti dell’idea e da allora la Torre civica abbellisce la vetrina del negozio”, ci ha detto Kosta.

Facebook Commenti