La pandemia non può spegnere il Natale

Incontro di fine anno al Santuario mariano di Tersatto con gli arcivescovi di Fiume mons. Ivan Devčić e mons. Mate Uzinić per presentare il programma d’occasione

0
La pandemia non può spegnere il Natale

Nel Santuario mariano di Tersatto l’arcivescovo di Fiume, mons. Ivan Devčić, affiancato dall’arcivescovo coadiutore, mons. Mate Uzinić, ha presentato il messaggio in vista di una delle maggiori festività religiose che celebra la nascita di Gesù, il Natale. Gli ospiti sono stati accolti dal guardiano del Santuario, fra Krunoslav Kocijan.

 

Il messaggio è stato letto dal prof. Nikola Vranješ della Facoltà di Teologia, ed è un invito alla gioia e all’incoraggiamento, sentimenti che nessuna pandemia è in grado di annullare. “L’amore verso Dio è una spalla su cui appoggiarsi nei momenti difficili e per le persone sole e dimenticate. È un invito a essere sempre più uniti e solidali nella società”, inizia così il messaggio.

Sinonimo di gioia e amore

“Festeggiamo ancora un Natale nella pandemia, ma ciò non diminuisce la bellezza di questa festività. Lo festeggiamo nell’anno dedicato alla famiglia, sinonimo di gioia e amore. Oggigiorno le famiglie si trovano davanti a tante sfide, ma con la fiducia reciproca e tanto amore possono essere superate. L’amore mette il bene del prossimo davanti ai propri interessi ed è proprio questo che genera una gioia che dura nel tempo”, ha detto mons. Devčić proseguendo: “Anche la Chiesa è una famiglia e noi siamo invitati a essere gli uni per gli altri mamme, sorelle, fratelli, figlie e figli. Tutto ciò ci conduce al cammino sinodale della Chiesa che ha lo scopo di promuovere la comunione, la partecipazione e la missione. Impegnandoci a diventare una famiglia ci avvicineremo al concetto di Chiesa sinodale per essere un esempio dell’incito al Cristianesimo che abbiamo ricevuto e che desideriamo trasmettere e offrire agli altri. La Chiesa vuole essere la famiglia spirituale, la famiglia delle famiglie, è questo il significato di Amoris laetitia. I cammini sinodali sono un’occasione per vivere quest’aspetto con forza”, ha concluso l’arcivescovo.

Concerto

Nel corso della tradizionale conferenza stampa natalizia è stata presentata la 28ª edizione del concerto Božić je judi (Gente, è Natale), che per il secondo anno consecutivo si svolgerà senza pubblico, il 26 dicembre nella Cattedrale di San Vito (ore 20). È stato presentato da Jadranka Čubrić, dell’Unione croata dei musicisti (HGU), dal produttore Aleksandar Valenčić e da una delle interpreti, Tina Vukov. Il concerto sarà trasmesso in diretta da Radio Fiume, sul canale YouTube dell’HGU e sulla pagina Facebook dell’Arcivescovado.

Čubrić ha spiegato che il pubblico rappresenta una parte fondamentale del concerto e pertanto spera che l’anno prossimo sarà possibile tornare alla normalità. Quest’anno il concerto natalizio sarà dedicato alle donne, pertanto la maggior parte degli interpreti, tra cui la connazionale Alida Delcaro, sarà al femminile. Saranno presentate due nuove canzoni, mentre la giovane cantante Tea Vukov, vincitrice del premio Porin per la migliore interpretazione femminile, offrirà una versione inedita di Astro del ciel (Tiha noć).

Mons. Mate Uzinić e mons. Ivan Devčić
Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

Le Messe

Resi noti pure gli orari delle Messe di Natale. La Messa di mezzanotte nella Cattedrale di San Vito verrà celebrata alle ore 22 dall’arcivescovo mons. Ivan Devčić, il quale officerà il rito religioso solenne il giorno di Natale (ore 11). La Messa in lingua italiana verrà celebrata dal sacerdote Mario Gerić alle ore 9.30. Il 26 dicembre, nella ricorrenza della Sacra Famiglia, mons. Devčić celebrerà la Messa delle ore 11. La vigilia e il giorno di Natale i riti religiosi si svolgeranno pure nel Santuario mariano di Tersatto e nella Chiesa della madonna di Lourdes.

I mons. Devčić e Uzinić, hanno assicurato che i riti religiosi si svolgeranno nel rispetto delle misure epidemiche. “Quello che è valevole per gli altri lo è anche per noi e per i fedeli. Invito tutti a essere responsabili facendo in modo che il Natale rimanga la festa della gioia”, ha affermato infine mons. Uzinić.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display