La pandemia detta (ancora) le regole

Capodanno nel Quarnero Ad Abbazia sono attesi circa 2.500 turisti. Fiume: scarso interesse e prenotazioni annullate negli alberghi

0
La pandemia detta (ancora) le regole

Ci siamo quasi. Tra qualche giorno accoglieremo il nuovo anno nella speranza che sia migliore di quello che stiamo per lasciarci alle spalle. Sono ormai quasi due anni che la pandemia condiziona le nostre vite, le nostre abitudini sono cambiate, i baci e gli abbracci sono banditi, la mascherina e la distanza di sicurezza sono diventati purtroppo la nostra nuova normalità. Il Covid ha condizionato anche i nostri viaggi, soprattutto gli spostamenti all’estero. Una realtà diventata ormai quotidianità e che, come tale, si riflette anche sulle festività di fine anno, o meglio sul modo in cui le accoglieremo. A Fiume, intanto, è stato annullato anche quest’anno il tradizionale veglione in Corso, dov’era previsto il concerto di Neno Belan & Fiumens. Le indicazione della Task force e degli epidemiologi si presentano, infatti, troppo restrittive per poter organizzare un evento del genere, in cui è difficile evitare gli assembramenti.

 

Al momento l’ente turistico cittadino non dispone di dati inerenti al numero di turisti che saranno presenti nel capoluogo quarnerino per Capodanno. “La situazione non è rosea. Secondo le informazioni di cui disponiamo, molti turisti hanno annullato le loro prenotazioni negli alberghi, molto probabilmente a causa delle misure antipandemiche dettate dai rispettivi Paesi d’origine. Le persone non se la sentono di rischiare e questo è evidente. Un po’ meglio per quanto concerne il settore degli affittacamere privati. Comunque, dati precisi saranno a disposizione nel corso della prima settimana di gennaio”, ci ha riferito Dominik Damiš, dell’ente turistico cittadino, da noi interpellato per chiarimenti al riguardo.

Abbazia non teme il Covid, ma la prudenza è d’obbligo

Veglioni abbaziani

Migliore la situazione ad Abbazia, dove dall’inizio dell’Avvento sono stati registrati 30mila pernottamenti. Nella maggior parte dei casi si tratta di turisti di casa nostra, seguiti dagli austriaci, dagli sloveni, dagli italiani e dai tedeschi. Il numero reale dei visitatori è molto più elevato se si prendono in considerazione le decine di migliaia di persone che giungono nella Perla del Quarnero in giornata per ammirare gli scenari dell’Avvento ideati dagli organizzatori e vivere un’atmosfera fiabesca.

Per il veglione di fine anno ad Abbazia saranno aperti 22 alberghi. Dai dati raccolti finora dall’ente turistico cittadino, circa 2.500 turisti dovrebbero soggiornare nel capoluogo liburnico durante il prossimo fine settimana, senza contare coloro che vi giungeranno per i veglioni all’aperto, che verranno organizzati in diversi punti della Città, di cui due nella Scena estiva: uno per i più piccini alle ore 11 e un altro per gli adulti con inizio alle 22. Nonostante le indicazioni epidemiologiche, la Città ha deciso di non annullare il veglione all’aperto. Gli ospiti, però, dovranno esibire il green pass oppure il test negativo al Covid, eccezion fatta per i bambini.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display