La Galeb lascia il Lenac e rientra a Kraljevica

Era stata trainata nel cantiere Viktor Lenac per una serie di interventi minori

Le operazioni di traino dell’ex yacht di Tito

Dopo poco più di un mese di lavori, la Galeb ha lasciato ieri mattina il Viktor Lenac. Traghettata dai rimorchiatori Bakar e Champion, è stata riportata nel cantiere Dalmont di Kraljevica, dove proseguiranno gli interventi previsti per la riconversione della nave in museo galleggiante. Nello stabilimento di San Martino sono stati effettuati lavori di manutenzione della parte sommersa dello scafo. È stata inoltre sottoposta a una serie di interventi di pulizia e riverniciatura, di rimozione delle parti in amianto, di scarico dei liquidi residui, di sostituzione dei pezzi in acciaio sulla parte sommersa dello scafo, di pulizia dell’asse del timone, di smontaggio delle ancore e a un generale trattamento anticorrosivo.
Il restyling dell’ex panfilo appartenuto al Maresciallo Tito, bene culturale sotto tutela, rientra nel progetto “Valorizzazione turistica dei monumenti che rappresentano il patrimonio industriale fiumano”, per il quale la Città ha ottenuto 68,9 milioni di kune a fondo perduto dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale nell’ambito del programma operativo Competitività e coesione.
In base alle stime attuali, l’opera di riconversione di quello che sarebbe dovuto essere il cavallo di battaglia del progetto Fiume Capitale europea della Cultura 2020, dovrebbe concludersi nel prossimo mese di aprile.

Facebook Commenti