La Casa farmaceutica JGL più forte della pandemia

Un laboratorio della JGL

Crescita a doppia cifra per la Casa farmaceutica Jadran galenski laboratorij (JGL) di Fiume, nonostante la crisi economica dovuta alla pandemia da coronavirus. Nella prima metà dell’anno la JGL, nella sua parte farmaceutica dell’attività, ha segnato un aumento dei ricavi e del profitto operativo, raggiungendo i 355 milioni di kune (47 milioni di euro circa). Si tratta di un aumento del 16 per cento in un clima imprenditoriale abbastanza compresso dall’emergenza sanitaria. Un risultato ancora più importante se si prende in considerazione che si sono verificate importanti flessioni delle vendite in Russia e Croazia, i due più importanti mercati della JGL.
“Un risultato fantastico grazie alla crescita della nostra presenza in Ucraina, Kazakhstan, Bosnia ed Erzegovina, Bielorussia, che ha mitigato la diminuzione del 39 per cento degli introiti sul mercato russo”, ha dichiarato il direttore generale della JGL, Mislav Vučić.

Facebook Commenti