Kostrena. Rimossi otto metri cubi di rifiuti

La 27.esima edizione dell'iniziativa «Eko Kostrena» è stata organizzata in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente

L’attività di pulizia del fondale marino si svolge diverse volte all’anno

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, il Club d’attività subacquea (Kpa) di Kostrena ha organizzato un’iniziativa di recupero dei rifiuti dispersi in mare e nelle zone verdi dell’area costiera. L’evento ha coinvolto oltre 220 partecipanti tra bambini e adulti.

 

Bandiera blu per la Baia Svežanj

È stata la 27.esima edizione dell’iniziativa “Eko Kostrena”, fondamentale per la tutela del fondale marino e delle spiagge di Kostrena, grazie alla quale la Baia Svežanj ha ottenuto anche quest’anno la bandiera blu, il certificato conferito dall’organizzazione internazionale Foundation for environmental education (Fee) a località europee che rispondono a determinati criteri legati, in particolare, alla pulizia delle acque e al servizio turistico offerto.

Circa otto metri cubi di rifiuti sono stati rimossi dal mare e dalle spiagge di Kostrena grazie all’impegno di circa 80 subacquei e 150 volontari. Si tratta di una quantità decisamente inferiore rispetto al volume raccolto durante le edizioni precedenti dell’iniziativa, come sottolineato dal presidente del Kpa, Josip Bilić. “All’inizio raccoglievamo una quantità sufficiente a riempire quattro contenitori per rifiuti ingombranti, mentre ora ne bastano due”, ha spiegato. “È il risultato – ha aggiunto – non solamente dell’iniziativa ‘Eko Kostrena’, ma anche di una continua attività di pulizia del fondale marino di Kostrena, dato che rimuoviamo plastica e vetro con ogni immersione”.

Versate in mare 2mila palle

Nell’ambito dell’iniziativa, il Centro culturale di Kostrena e l’Ina hanno provveduto al versamento in mare delle palle di Em (microorganismi efficaci), utilizzate per la depurazione delle acque. Le palle sono state realizzate dai membri dell’Associazione per l’attività creativa Vali in collaborazione con l’Associazione della Confraternita di San Nicolò.

Quasi 2mila palle sono state versate in mare previo prelievo di campioni dal fondale nei pressi della spiaggia Lumbortovo, che successivamente verranno analizzati dall’Istituto per la salute pubblica (Nzjz). Lo stesso procedimento verrà ripetuto al termine dell’estate al fine di verificare l’efficacia dei dispositivi. Secondo quanto spiegato da Marijan Pichler, tecnico chimico presso l’Nzjz della Regione litoraneo-montana, tutti e sei i siti da cui sono stati prelevati i campioni godono di un mare molto pulito. Si tratta delle baie Žurkovo e Svežanj; delle spiagge Lumbortovo, Mikulova kava e Stara voda; nonché della spiaggia dove ha sede il Club di subacquei di Kostrena. Le analisi vengono effettuate ogni quindici giorni, mentre a fine stagione si procederà alla valutazione finale dei risultati. L’iniziativa “Eko Kostrena” viene organizzata con il supporto del Comune di Kostrena, dell’Azienda comunale Kostrena, dell’azienda Dezinsekcija Srl, della Regione litoraneo-montana e, da quest’anno, in collaborazione con il Centro culturale di Kostrena e l’Ente turistico del Comune di Kostrena.

Arte e nuoto

Oltre alla rimozione dei rifiuti marini, nell’ambito dell’iniziativa si è tenuto l’evento “Ex Tempore primorski motivi”, organizzato dall’Ente turistico, dall’Associazione “Projekt +/-60” e dall’Associazione “Veli pinel” di Kostrena, durante il quale i partecipanti hanno realizzato dei quadri che verranno venduti all’asta di beneficenza “Platno-kist-rock i twist”, che si terrà il 10 giugno sulla nave-hotel Marina. I ricavi verranno consegnati alle utenti della Casa dell’associazione U.z.o.r. di Fiume, che offre supporto a persone vittime di violenza domestica. Inoltre, si è tenuta la prima edizione del campionato nazionale di nuoto con le pinne per tutte le categorie. I vincitori della categoria di 2.000 metri sono Anika Kauzlarić e Vid Stipković, mentre Lana Kruljac e Tin Treščec hanno vinto il primo posto nella categoria di 500 metri.

Facebook Commenti