Investimenti storici nel porto di Veglia

Il progetto, del costo di 53 milioni di kune prevede una serie di importanti interventi, tra cui l'ampliamento del molo di 200 metri

L’intervento di Zlatko Komadina

“In questo momento è in corso un importante ciclo di investimenti in tutte le Port authority della Regione, del valore di 300 milioni di kune. L’ultimo progetto approvato dal Ministero dell’Agricoltura è il porto dei pescatori a Veglia”, ha esordito il presidente della Regione, Zlatko Komadina, alla presentazione del progetto, svoltasi ieri nell’Aula consiliare della Città di Veglia, alla presenza del sindaco, Darijo Vasilić e di quelli degli altri Comuni dell’isola. Si tratta di un progetto importante per i pescatori, per l’infrastruttura portuale, per il molo e gli attracchi. La Port authority di Veglia è la maggiore in Regione e gestisce sette tra città e Comuni. Il sindaco Vasilić lo ha definito storico, mai realizzato finora e importante per lo sviluppo di tutta l’isola.

 

“Quest’investimento è un grande passo avanti per lo sviluppo della pesca e della produzione alimentare in funzione del turismo, ma anche per la tutela del mare che circonda l’isola e per migliorare la qualità della vita degli isolani”, ha affermato Vasilić.

Grandi novità per il porto di Veglia

Il progetto è stato presentato da Ljudevit Krpan, capodipartimento per lo sviluppo regionale, l’infrastruttura e la gestione dei progetti. Il costo dell’intervento è di 53 milioni di kune, di cui 37,3 a fondo perduto, assegnati tramite un concorso dal Ministero dell’Agricoltura. I lavori prevedono l’ampliamento del molo di ulteriori 200 metri, della zona pedonale, la costruzione di un distributore di benzina per i pescatori e i diportisti, nonché l’attrezzamento del molo e l’installazione di una struttura per i dipendenti. È previsto, inoltre, l’acquisto di veicoli elettrici, di un sistema fotovoltaico autonomo, di una bilancia digitale, di cassette per la custodia delle reti da pesca e di un impianto per il congelamento degli alimentari. All’incontro hanno partecipato pure la vicepresidente della Regione, Marina Medarić, la capodipartimento per il demanio marittimo, traffico e comunicazioni, Nada Milošević e il direttore della Port authority di Veglia, Goran Lajnert.

Facebook Commenti