Il maltempo non ferma la kermesse mascherata

L’abitato di Marčelji (Comune di Viškovo) ha ospitato la tradizionale allegra Rassegna dei piccoli scampanatori. Giunti anche gli ospiti italiani di Mirandola

0
Il maltempo non ferma la kermesse mascherata
Il Rally mascherato Halubje-Liburnija ha fatto tappa a Castua. Foto: ŽELJKO JERNEIĆ

Il Carnevale sta impazzando in tutta la Regione. In barba alla bora, a qualche fiocco di neve e alle basse temperature, la baraonda mascherata ha occupato tutto il fine settimana. Dopo che a Fiume il Carnevale è iniziato ufficialmente con la consegna delle chiavi della Città alle maschere e l’incoronazione della nuova reginetta, lo Halubje e la Liburnia hanno dimostrato di non essere da meno. Il centro degli eventi più importanti è stato il Comune di Viškovo da dove è partita la 12ª edizione del Rally mascherato Halublje-Liburnija, che ha toccato pure le località di Castua e Mattuglie con l’arrivo in Slatina ad Abbazia. Una ventina di veicoli, mascherati di tutto punto, e una novantina di partecipanti hanno formato un’allegra carovana che ha attraversato le strade della zona, rallegrando i passanti e invitandoli a partecipare di persona a qualche evento mascherato nei prossimi giorni.
La manifestazione è stata organizzata dall’Autoclub fiumano, sezione autosport, che ha assicurato i premi per i vincitori nelle varie categorie. In serata, sempre a Viškovo, ha avuto luogo la Sfilata mascherata notturna con una ventina di gruppi e un migliaio di partecipanti. A guidare il corteo sono state la signora del Carnevale di Viškovo, Mića Maja, e la reginetta locale Mia Matulić, accompagnate da due ospiti, Mastro Sandi e la neoeletta reginetta Maja Babin. A condurre il programma sono stati Mario Lipovšek Battifiaca e Irena Grdinić. Non sono mancati i bambini dell’asilo locale che hanno sfilato orgogliosi e imbacuccati nei loro costumi di Biancaneve e dei nanetti, gli scolari travestiti da ranocchi, i vari gruppi carnascialeschi locali e gli ospiti, tra cui una delegazione della compagnia italiana di Mirandola. A chiudere la sfilata, come da tradizione, sono stati gli Halubajski zvončari, gli scampanatori del posto, che con il frastuono dei loro campanacci hanno voluto dare il proprio contributo all’allegria generale.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display