Il malessere dei giovani ora si affronta online

L’associazione Terra e la Città di Fiume hanno lanciato un sito mirato a dare un supporto concreto a chi sta vivendo un momento difficile

Karla Mušković e Ivona Maričić Kukuljan

Il Programma per Giovani della Città di Fiume si arricchisce con il sito www.svejeok.hr, specializzato nell’offrire supporto psicologico a distanza e mirato a risolvere in maniera veloce, personalizzata ed efficace particolari situazioni di difficoltà o sconforto che si riscontrano tra i giovani. Il progetto è stato presentato dal sindaco Vojko Obersnel, dal capodipartimento per la salute e la previdenza sociale Karla Mušković e dalla psicologa dell’associazione Terra, Ivona Maričić Kukuljan, ideatore dell’iniziativa. “I giovani in genere non sono disposti a confidarsi e a parlare di ciò che li turba ed è proprio partendo da questo presupposto che nasce questo sito che darà loro la possibilità di esprimersi con meno pudore – ha spiegato Ivona Maričić Kukuljan –. Con il supporto della Città siamo riusciti a creare uno spazio in cui basterà un semplice click per comunicare il proprio disagio del quale poi se ne occuperà lo psicologo di turno. Nei casi reputati più gravi verrà richiesto un incontro fisico”.

Il sito gestirà i disagi generati dal cambiamento di natura sentimentale o fisica, difficoltà di gestione delle emozioni, relazionali e d’integrazione sociale (disadattamento, isolamento, solitudine), difficoltà in ambito lavorativo o studentesco, mancanza di autostima, stress, ansia, fobia, panico, depressione e comportamenti a rischio.

Vulnerabilità
“Molto spesso – ha aggiunto Karla Mušković – non ci si accorge di quanto i giovani siano vulnerabili. Chiedere aiuto diventa difficile, soprattutto per via della stigmatizzazione che in questi casi è ancora presente”.

Per ora, dei problemi dei giovani si occuperanno sei psicologi a tempo pieno e poi, se il progetto darà risultati soddisfacenti, sarà ampliato con altre sezioni. Il programma viene portato avanti dall’associazione Terra in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia della Facoltà di Filosofia. “La collaborazione tra più enti e istituzioni è d’importanza vitale quando si tratta della salute mentale dei giovani. Iniziative come questa saranno supportate anche in futuro dall’amministrazione cittadina che riconosce l’importanza delle reti sociali per offrire tutta una serie di servizi veloci e al passo con i tempi”, ha infine dichiarato il sindaco Obersnel.

Contemporaneamente al via del nuovo servizio, il Dipartimento per la salute e la previdenza sociale, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia della Facoltà di Filosofia, è pronto ad avviare un progetto volto alla tutela e al recupero della salute mentale dei giovani. I risultati di questa ricerca saranno successivamente pubblicati sul sito sopraindicato.

Facebook Commenti