I docenti CNI di Croazia e Slovenia alla scoperta delle bellezze della Basilicata

0
I docenti CNI di Croazia e Slovenia alla scoperta delle bellezze della Basilicata
Foto fornita dall'UPT

Da lunedì 4 luglio è ripartito in presenza, dopo due anni di sosta forzata, la 54.esima edizione
dell’iniziativa culturale più attesa dai docenti delle scuole della Comunità nazionale Italiana
in Slovenia, Croazia e del Montenegro – il Seminario Itinerante Regionale che dal 2022 al
2024 verrà organizzato nella Regione Basilicata, residenziale nelle splendide città di Potenza
e Matera, organizzato dall’Università Popolare di Trieste su indicazione del Consolato
Generale D’Italia a Capodistria e dell’Istituto dell’Educazione della Repubblica di Slovenia
con la partecipazione del Consulente Pedagogico del Governo Italiano nell’ambito della
fruttuosa collaborazione con l’UNIBAS Università della Basilicata.
L’evento, che da più di 50 anni vanta il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e del
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stato inaugurato il 5
luglio 2022, nel Campus dell’Università della Basilicata a Matera, città Open future e
Capitale europea della cultura 2019.
La cerimonia inaugurale ha visto la partecipazione di numerose autorità, tra cui il Vice
Rettore dell’Università della Basilicata con delega alle Relazioni internazionali Professor
Michele Greco, il Presidente dell’Università Popolare di Trieste e delegato MAECI Emilio
Fatovic, , il Console Generale d’Italia a Capodistria Giovanni Coviello, il Vicepresidente
UPT e delegato della Regione FVG Paolo Rovis, il Deputato al seggio specifico del
Parlamento sloveno Felice Žiža, la Consulente Pedagogica del Governo Italiano professoressa
Marisa Semeraro il consulente superiore Guido Križman i delegati del Presidente della
Regione Basilicata Consiglieri Regionali Piergiorgio Quarto e Roberto Cifarelli, Presidente
della Provincia di Matera dottor Piero Marrese, l’Assessore del Comune di Matera Giuseppe
Di Giglio su delega del sindaco di Matera Domenico Bennardi, il Presidente Nazionale della
Lega Navale Ammiraglio Donato Marzano e il Presidente dell’Unione degli Istriani
Massimiliano Lacota.

Emilio Fatovic e l’ammiraglio Donato Marzano. Foto fornita dall’UPT

Il professor Greco ha voluto evidenziare che l’edizione di quest’anno, vede la Basilicata
coinvolta per la prima volta in questo significativo processo di tutela e valorizzazione della
cultura italiana all’estero, e rappresenta per l’Università della Basilicata una rilevante
opportunità per ampliare la rete delle relazioni con il sistema delle regioni dell’area ADRION
– Adriatica e Ionica.
Più in generale, è stato sottolineato che l’evento si inserisce anche nell’ambito dell’accordo
quadro sottoscritto tra i due enti, UPT e UNIBAS, che risulta perfettamente in linea con le
finalità e gli obiettivi di III Missione dei mutui Piani Strategici, ed in particolare, tra l’altro:
– nell’attuazione di una politica di apertura al territorio regionale e alla partnership
didattica e scientifica con altri Atenei, che operano nelle Regioni limitrofe e non solo,
rafforzando la dimensione internazionale della didattica sia in ambito europeo sia
extraeuropeo;
– nello sviluppo di partenariati strategici in progetti ed attività di ricerca con/e a favore del
Gruppo Etnico Italiano nei Paesi dell’Ex Jugoslavia;
– nel coinvolgimento del mondo giovanile studentesco comunitario nazionale italiano nei
Paesi dell’Ex Jugoslavia nell’ambito di progetti di mobilità periodici e reciproci;
– nella realizzazione di progetti Europei in partenariato;
– nel rafforzare l’impegno istituzionale di apertura verso la Società, mediante azioni di
divulgazione e comunicazione finalizzate alla valorizzazione del ruolo delle competenze ed al trasferimento delle conoscenze; tali azioni costituisconoun’importante possibilità per accrescere la diffusione della conoscenza scientifica e favoriscono l’interazione sinergica dell’ateneo con la Società, consolidando quel necessario circolo virtuoso che favorirà il sempre maggiore attaccamento del territorio e delle comunità al nostro Ateneo e il pieno riconoscimento del valore della presenza dell’Università della Basilicata.

Greco, Coviello e Fatovic. Foto fornita dall’UPT

Prima di invitare il Presidente dell’UPT dr. Fatovic ai saluti istituzionali, il ProRettore ha
voluto leggere il messaggio con indirizzo di saluto che il Ministro Luigi di Maio ha inviato
per l’evento seminariale in Basilicata.
(…) Sebbene impegni istituzionali mi impediscano di essere oggi con voi a Matera, tengo a
inviarvi un messaggio di sostegno e apprezzamento da parte del Ministero degli Affari Esteri
e della Cooperazione Internazionale per questo significativo e tradizionale appuntamento di
formazione rivolto agli insegnanti provenienti dalla Slovenia, dalla Croazia e dal
Montenegro, Paesi ai quali l’Italia è legata da un’amicizia storica e con i quali stiamo
sempre più intensificando la nostra cooperazione, nell’alveo della comune appartenenza
all’Unione Europea.
Ringrazio la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che fornisce, insieme alla Farnesina, i
mezzi per la realizzazione di questa iniziativa, la Regione Basilicata e la Città di Matera, che
ospitano l’edizione di quest’anno del Seminario Itinerante Regionale Triennale.
Un sentito ringraziamento va anche all’Università Popolare di Trieste, all’Istituto
dell’Educazione della Repubblica di Slovenia e al Consolato Generale d’Italia a Capodistria
per il lavoro profuso per l’organizzazione di questa meritevole iniziativa.
Un ulteriore particolare ringraziamento va all’Università della Basilicata nella persona del
Magnifico Rettore Ignazio Mancini ed a tutti i docenti ed il personale coinvolto che
renderanno possibile questo evento, particolarmente ricco di appuntamenti ed intriso di
elevati contenuti scientifici e culturali.
Il Seminario odierno, oltre ad essere risultato di un virtuoso partenariato tra istituzioni, enti
locali e università, è anzitutto un esempio di concreta collaborazione internazionale e di
buon vicinato. L’iniziativa risale, nella sua attuale configurazione, al 1995 quando, dopo
l’indipendenza della Slovenia, venne affermata la volontà di sostenere le rispettive
minoranze. Dal 1991, inoltre, il progetto vede la partecipazione di un contingente di docenti
italiani delle scuole pubbliche della Croazia in lingua italiana e da questa edizione anche
alcuni insegnanti di lingua italiana della Comunità Italiana Autoctona in Montenegro.
Queste attività si inquadrano nella continua opera di sostegno offerto dall’Italia alle scuole
in lingua italiana in Slovenia e Croazia e per i corsi di italiano in Montenegro. Nel campo
dell’attività di miglioramento dell’offerta formativa e culturale per le Istituzioni scolastiche
della Comunità Nazionale Italiana, vengono inoltre sostenuti interventi quali scambi di
classe, gite di studio in Italia, attività di laboratorio, corsi di aggiornamento professionali,
competizioni e concorsi di matematica e letterari.
Il Presidente UPT Emilio Fatovic dal canto suo ha sottolineato: “Il valore che
quest’iniziativa, rivolta ai docenti della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia, Croazia e
Montenegro, riveste per l’Università Popolare di Trieste è incommensurabile, pertanto è
doveroso ringraziare tutti coloro che, lavorando in sinergia, hanno contribuito alla buona riuscita di una manifestazione davvero unica nel suo genere. Oltre ad offrire un quadro
completo della Regione Basilicata e far conoscere secoli di storia, arte e cultura, questo
Seminario rappresenta un momento integrante e qualificante dell’offerta formativa nonché
momento di conoscenza, comunicazione e socializzazione, configurandosi come esperienza
di apprendimento e crescita della personalità”.
Il Console Generale d’Italia a Capodistria Giovanni Coviello ha voluto ringraziare i
coordinatori UNIBAS e UPT professor Michele Greco e Fabrizio Somma per lo sforzo
logistico e organizzativo profuso per la buona riuscita dell’evento unitamente ai loro
collaboratori Francesco Bianchi e Elisabetta Lago.
Un grande rigraziamento all’Istituto dell’Educazione della Repubblica di Slovenia ed alla
Consulente Marisa Semeraro.
Oltre ai percorsi didattici nelle aule di Unibas a Matera e Potenza, nel corso dei cinque giorni
di Seminario, sono state realizzate visite studio a diversi enti e siti, tra cui la visita guidata ai
Sassi di Matera e alle chiese rupestri, la visita studio con presentazione sensoriale della
mostra antologica dell’artista gradese Gianni Maran “per Biagio Marin” nella sala
esposizioni della Lega Navale di Matera, la visita alla Rabatana di Tursi e ai paesaggi
calanchivi di Craco e Aliano nonché le visite guidate a Potenza, Metaponto, Ferrandina e Val
d’Agri.
Il percorso interdisciplinare ha previsto inoltre la presentazione della mostra “Sguardi – 100
anni di Alida Valli” in collaborazione tra il Comune di Potenza e la Casa del Cinema di
Trieste e la presentazione ufficiale all’ateneo di Matera della mostra “La via luminosa
sull’Adriatico Orientale”, organizzata da UPT e UNIBAS in collaborazione con l’Unione
degli Istriani.
Il Seminario si concluderà sabato 9 luglio con il rientro a Trieste e alle sedi di provenienza
dei 54 docenti in Slovenia, Croazia e Montenegro.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display