Funzionalità e risparmio: la formula è vincente

Sopralluogo delle autorità cittadine dinanzi alla SEI «Belvedere» dopo il rinnovo energetico dell’edificio

“A 110 anni dalla sua costruzione, l’edificio che ospita la Scuola elementare italiana Belvedere è tornato a risplendere in tutta la sua bellezza. Grazie al suo rinnovo completo, la sua funzionalità oggi è duplice e riguarda da una parte gli alunni e il personale scolastico, che potranno lavorare in ambienti più che confortevoli, e dall’altra il risparmio energetico, che ci permetterà di economizzare sulle bollette. Dopo mesi di disagi dovuti ai lavori, ora possiamo finalmente ritenerci soddisfatti, sia la scolaresca che la Città di Fiume, nostro fondatore e finanziatore del progetto di ristrutturazione e riqualificazione energetica dell’edificio”. Con queste parole il direttore della SEI Belvedere, Denis Stefan, ha accolto ieri le autorità cittadine, guidate dal sindaco Vojko Obersnel, giunte in loco per un sopralluogo a lavori ultimati. Con un breve ritardo sulla scaletta, l’opera di ristrutturazione della scuola, avviata nell’agosto del 2020, è giunta al suo termine, per la gioia di tutte le parti interessate. “Si tratta del 28º edificio di proprietà della Città ad avere subito un rinnovo completo. Precisamente, sono stati rimessi a nuovo 21 stabili con la partecipazione dei Fondi europei, mentre per 7 stabili si è attinto dal Bilancio cittadino. La SEI Belvedere, il cui edificio ospita al pianterreno l’asilo italiano Gabbiano, è uno di questi. Grazie a un progetto lungimirante, la Città di Fiume si trova ai primi posti a livello nazionale per quanto riguarda gli interventi di rinnovo energetico di edifici di cui è proprietaria, tra cui annoveriamo asili, scuole, istituzioni pubbliche, palestre ed enti museali. Per l’intervento alla Belvedere sono stati stanziati 2,2 milioni di kune.

Le autorità cittadine con il preside, nel cortile scolastico

I progetti di rinnovo energetico non si fermano qui: per quest’anno è in piano quello della scuola elementare Centar, per un valore di 2,4 milioni di kune”, ha detto Obersnel. Il direttore dell’Ufficio per la costruzione e la manutenzione degli edifici pubblici, Marin Čaušević, ha illustrato tutti i lavori che sono stati svolti nell’ambito della ristrutturazione e del rinnovo energetico. “Gli interventi hanno interessato il rifacimento completo della facciata e del tetto del palazzo, dal quale sono state tolte le parti in amianto che sono state, di seguito, depositate a norma di legge. Sono stati, inoltre sostituiti gli infissi con dei nuovi in PVC sulla facciata meridionale della scuola, mentre quelli a settentrione necessitavano soltanto di qualche riparazione. Sono state, inoltre, sostituite tutte le valvole termostatiche sui caloriferi che permettono ora una regolazione autonoma con un risparmio del 10-20 per cento di energia termica. Infine, è stata rimessa a nuovo la caldaia e sono stati montati nuovi parafulmini”.

La facciata meridionale della SEI “Belvedere”

Il progetto di rinnovo energetico degli edifici di proprietà della Città di Fiume è stato varato nel 2013 e in quest’ultima tranche, con i mezzi del Bilancio cittadino sono stati ristrutturati gli edifici delle SE Zamet, Cantrida, Vladimir Gortan, a cui si aggiunge adesso la Belvedere, nonché le palestre delle scuole di Vežica, Braida e Srdoči, per un valore complessivo di 18 milioni di kune.

Facebook Commenti