Fiume. «Nessun dubbio, il candidato sindaco dell’Sdp è Filipović»

Peđa Grbin e Marko Filipović. Foto Ivor Hreljanovic

In poco più di un mese, è la quarta volta che il leader dell’Sdp, Peđa Grbin, viene a Fiume per offrire sostegno al candidato del suo partito per la carica di sindaco alle amministrative del 16 maggio. Ci sarà un motivo? Effettivamente, con l’annunciata rinuncia di Vojko Obersnel alla corsa per un nuovo mandato, dopo quasi 21 anni di servizio, è molto meno scontato che la spunti, stavolta, un esponente del Partito socialdemocratico. Ieri Grbin ha ribadito il proprio appoggio a Marko Filipović, candidato sindaco di Fiume, e a Zlatko Komadina, il quale cercherà di riconfermarsi presidente della Regione litoraneo-montana. I due candidati hanno illustrato ieri in conferenza stampa quanto fatto dal 2017 ad oggi, progetti realizzati di cui certamente sentiremo ancora parlare fino al giorno delle elezioni. Si sarebbe potuto fare di più, è stato detto, sia a livello cittadino che regionale, se non ci fosse stata la pandemia. L’incontro con i media è stato convocato per ieri e non è stato un caso. Lo si è voluto fare apposta il 1º febbraio, nel giorno in cui, precisamente un anno fa, è stata inaugurata Fiume Capitale europea della Cultura, a cui è seguita l’emergenza sanitaria.
Sottolineando l’importanza dei progetti realizzati, Grbin ha parlato di tolleranza e apertura, caratteristiche che contraddistinguono Fiume. “Intolleranza e violenza, non possiamo nasconderlo, sono sempre più presenti in Croazia, ma non qui. Ci sarà un perché”, ha constatato Grbin salutando l’introduzione dell’educazione civica nelle scuole fiumane, una materia che, a suo dire, andrebbe proposta anche a livello nazionale.
Obersnel, sindaco uscente, osserva intanto da fuori quanto sta succedendo, consapevole che i sondaggi non sono molto favorevoli al candidato del suo partito, l’attuale vicesindaco Filipović. Si è addirittura ipotizzato che Obersnel potesse ripensarci, anche per i suoi commenti sullo spessore dei candidati in corsa. Nelle sue considerazioni non è stato molto chiaro se fossero indirizzati a tutti i candidati o se ne fosse escluso il suo attuale vice. Sul candidato dell’SDP, però, dubbi a quanto sembra non ce ne sono. Il leader del partito ieri è stato ben chiaro: “Sono qui e voglio confermare che Marko Filipović è il nostro candidato a sindaco mentre Zlatko Komadina concorrerà per la carica di presidente della Regione. Se vivessi a Fiume, non avrei dubbi sul mio voto”.
I sondaggi? “L’unico a cui crediamo sono le elezioni”, rispondono in coro i socialdemocratici seppur le ipotetiche ricerche fatte dallo stesso partito non sembrerebbero dare grandi chance all’attuale vicesindaco di Fiume. Ci possiamo aspettare, pertanto, altre visite in città di Peđa Grbin.

Facebook Commenti