Fiume. Tagli drastici al Bilancio

Il sindaco Vojko Obersnel ha annunciato tagli drastici

Il Consiglio cittadino, che si riunirà il prossimo 14 luglio nel Palasport di Zamet, verrà chiamato ad approvare la Revisione del bilancio. Un bilancio che ha subito grosse perdite in seguito all’emergenza coronavirus, ma che può venire… rimesso in riga con una serie di manovre d’emergenza. Ad affermarlo, il sindaco Vojko Obersnel nel corso del suo consueto collegio settimanale.
“Il motivo principale per cui si è resa necessaria una prima Revisione per l’anno in corso, è stato la crisi economica causata dalla pandemia che ha colpito tutti i settori, al punto che dovranno venire effettuati ingenti tagli alle spese per assestare il calo delle entrate.
Le prime modifiche al bilancio prevedono una riduzione delle entrate pari a circa 194 milioni di kune (14,6 p.c.) e delle spese a circa 136 milioni (10,7 p.c.). La differenza verrà compensata con i fondi del periodo precedente rimasti inutilizzati”.
Per mantenere stabile il bilancio, verrà proposta una serie di tagli nell’ambito dei vari settori, che non riguarderanno però toccare il sociale, l’educazione e la sanità. Verranno inoltre ridotti i fondi spettanti alle forze politiche, alle sponsorizzazioni, all’amministrazione cittadina (spese viaggi, acquisto di attrezzature) e via di seguito. Rimarranno senza una parte dei sussidi anche i Consigli delle minoranze nazionali e la Rappresentante della minoranza ceca. Inoltre, è stata richiesta una moratoria di sei mesi sui mutui accesi dalla Città.
Una crisi che ha colpito tutti
“Purtroppo, a causa della crisi che ha colpito tutti, senza esclusione di colpi, parte delle entrate che sarebbero dovute venir assicurate dalle Casse statali per il progetto Capitale europea della Cultura, sono state deviate per altri fini di primaria importanza. Dei circa 32 milioni di kune promessi inizialmente, ci verranno elargiti dieci. Fortunatamente, siamo la città che ha saputo beneficiare al meglio dei Fondi europei per i vari progetti in corso a livello nazionale, il che ci permette di agire secondo le tempistiche e modalità concordate in precedenza. Speriamo rimanga così pure nei mesi a venire.”
Imprenditoria e istruzione
Jana Sertić, del dipartimento per l’imprenditoria ha annunciato che domani 9 luglio, verrà presentata negli spazi del RiHub, l’11ª generazione di fruitori dell’incubatore Startup tramite il Demo Day. All’ultimo progetto hanno partecipato 24 team, che hanno sviluppato nuove idee e progetti. Durante la giornata ad essi dedicata una commissione di esperti sceglierà e premierà i migliori tre gruppi.
Grazie alle entrate fisse, il dipartimento per l’educazione e l’istruzione potrà supportare finanziariamente nel corso del prossimo anno scolastico, a detta della responsabile Sanda Sušanj, 81 gruppi educativo-istruttivi operanti nelle scuole elementari cittadine. Si tratta di 61 gruppi per il soggiorno prolungato e 20 gruppi per la scuola a tempo pieno.
Non subiranno modifiche i finanziamenti aggiuntivi, che vengono versati dai genitori. Dipendentemente dagli introiti familiari, si andrà dalle 100 alle 310 kune, mentre i genitori dei bambini residenti nelle altre città o comuni del cosiddetto “anello fiumano”, dovranno pagare un importo unificato pari a 470 kune.

Facebook Commenti