Fiume. Leggero aumento della disoccupazione

L’Ufficio di collocamento ha registrato nell’ultimo mese soltanto dieci nuovi iscritti in rapporto al mese precedente

Tra i quasi 8.300 disoccupati censiti nell’ultimo mese, la maggior parte ha lavorato in precedenza presso esercizi commerciali e nei servizi di ristorazione

Nell’ultimo mese l’Ufficio di collocamento fiumano ha registrato 8.292 disoccupati, precisamente 10 in più del mese scorso e 2.538 persone senza lavoro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Nel numero complessivo di registrati c’erano 4.560 donne che equivale al 55 p.c. in più del mese precedente e 42,2 p.c. in rapporto all’anno precedente. Gli uomini erano a quota 3.732 con il 45,6 p.c. in confronto al periodo di fine estate e lo 0,5 p.c. ripercorrendo i dati del 2019.

Le fasce d’età con il minore tasso di disoccupazione sono quelle medio-giovani: 15-19 (301 unità), 20-24 (653), 25-29 (882), 30-34 (870), 35-39 (1.023) e 40-44 (966). Il maggiore tasso di disoccupazione riguarda invece gli ultracinquantenni, con 2.777 persone senza un’occupazione. In rapporto all’anno precedente il rapporto dei senza lavoro in tutte le fasce d’età è aumentato con un picco del 71,1 p.c. nella categoria dai 35 ai 39 anni.

In tema d’istruzione, la maggior parte dei disoccupati possiede il diploma di scuola media superiore (2.556 unità – 30,8 p.c.) o di un istituto professionale (2.307 – 27,8 p.c.). Tra coloro che hanno conseguito un titolo universitario ci sono complessivamente 1.231 persone senza lavoro (685 con una laurea di primo livello). Sono 414 i disoccupati che hanno terminato soltanto la scuola dell’obbligo, invece sono 368 quelli senza alcun tipo d’istruzione.

L’Ufficio regionale con il maggior numero di disoccupati è Fiume (5.611 unità), seguito dalle sedi dislocate di Abbazia (847), Crikvenica (446) e Delnice (433), mentre quelli con meno persone in cerca di un lavoro sono gli uffici di Arbe (109), Čabar (111) e Vrbovsko (156). Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, la riduzione più accentuata della disoccupazione si registra Cherso-Lussino (-125,6 p.c.), Arbe (-118 p.c.), Veglia (-91,5 p.c.), Crikvenica (-69,6 p.c.) e Vrbovsko (-64,2 p.c.).

Tra gli 8.292 inattivi censiti nell’ultimo mese, 1.036 non hanno mai avuto un’esperienza lavorativa, mentre gli altri hanno avuto almeno un impiego in precedenza. Tra questi, la maggior parte ha lavorato presso esercizi commerciali (1.277, 17,6 p.c.), nel settore alberghiero e nei servizi di ristorazione (1.151, 15,9 p.c.), nell’industria manifatturiera (940, 13,0 p.c.),nei servizi amministrativi (616, 8,5 p.c.) e nel settore edile (555, 7,6 p.c.).

Sono in vigore ancora dal marzo scorso, presso l’Ufficio di collocamento al lavoro, una serie di misurevolte a prevenire eventuali contagi da Covid. Tutto il processo di registrazione e le pratiche vengono risolte a distanza contattando gli impiegato per telefono o tramite posta elettronica. In caso di estrema necessità la persona in cerca di lavoro raggiungo personalmente l’ente, ma soltanto previo appuntamento. Pure le iscrizioni dei nuovi disoccupati vengono fatte tramite mail. Per poterlo fare, è necessario inviare la propria foto o la scansione dei documenti richiesti. Tutte le informazioni del caso e le istruzione dell’iter da seguire sono reperibili sul sito dell’Ufficio.

Facebook Commenti