Fiume. La città monta in sella

Al via il progetto di e-bike sharing «RiCikleta». Le bici elettriche si trovano nelle piazzole situate in piazza Adria, vicino al passaggio pedonale sul ponte oltre la Rječina, dinanzi al Palasport di Tersatto e sul tetto dell’autorimessa nel polo natatorio di Costabella

Il progetto di e-bike sharing “RiCikleta” ha preso finalmente il via. Grazie al supporto finanziario del Ministero del Turismo, in quattro location della città d’ora in poi sarà possibile noleggiare le bici elettriche. L’iniziativa mira alla realizzazione delle piste ciclabili sul territorio cittadino mediante il network europeo MEDCYCLETOUR – acronimo di MEDiteranean CYCLE route for sustainable coastal TOURism –, che promuove la mobilità e il turismo sostenibili lungo le aree costiere del Mediterraneo settentrionale attraversate dalla ciclovia Eurovelo 8 (Mediterranean Route), e che segue la direttrice Cadice-Venezia-Atene, attraversando 11 nazioni per una lunghezza complessiva di circa 6.000 chilometri.
Noleggio via app
Le bici si trovano in piazza Adria, vicino al passaggio pedonale sul ponte oltre la Rječina, dinanzi al Palasport di Tersatto e sul tetto dell’autorimessa del polo natatorio di Costabella. In ogni piazzola ci sono sette bici, tutte munite del sistema GPS, nonché resistenti alle condizioni atmosferiche più avverse. Dispongono di ruote del diametro di 28”, un motore elettrico nella parte centrale del telaio, nove marce e una batteria a lunga durata. Le 28 bici sono state realizzate dalla società Apache MATTA TOUR. Gli interessati, che devono essere maggiorenni, potranno noleggiarle pagando mediante il codice QRPay, per il quale è necessario aver scaricato sul proprio smartphone l’applicazione GO2BIKE. Il codice d’accesso viene acquistato mediante la scansione del codice QR che si trova in una delle quattro piazzole, sul pilone, sulla colonnina o direttamente sulle bici. Basta seguire le indicazioni del sistema per effettuare la registrazione, dopodiché i dati rimangono memorizzati nel sistema.
Ci guadagna la salute

Marko Filipović e Vladimir Miholjević in sella

“Sono molto contento del fatto che finalmente il progetto abbia preso il via – ha detto il vicesindaco Marko Filipović –. Per il momento abbiamo a disposizione 28 bici in quattro location e in questo modo anche Fiume entra a far parte della rete delle città europee che promuovono la mobilità sostenibile. Inoltre, viene promosso anche il concetto di città intelligente, visto che le bici vengono noleggiate attrvarso un’app. Nel 2013 era stato avviato il progetto pilota analogo sul Molo longo, ma ora invece abbiamo lo abbiamo allargato a tutta la città. Il servizio è già presente in tantissime città della Croazia e spero che anche nella nostra venga accolto a braccia aperte, non solo per il fatto che le bici sono completamente green, ma anche perché pedalare fa bene alla salute”.
Il capodipartimento per l’urbanistica, Srđan Škunca, ha aggiunto che le bici sono state progettate assecondando la configurazione morfologica della nostra città, rafforzando in particolare l’autonomia della batteria che risulta molto più alta rispetto a quelle che si trovano invece nelle città di pianura.
In bici a prendere un caffè
A salire in sella per provarle sono stati Vladimir Miholjević, ex ciclista su strada, e il vicesindaco. “Mi fa piacere che l’e-bike sharing sia presente anche a Fiume. Vedo delle grandi potenzialità per questo progetto perché sono convinto che in futuro la rete possa venire estesa anche ad altre città e comuni, in modo da permettere a chi abita ad Abbazia di venire con la bici a Fiume per prendersi un caffè e viceversa. Sarebbe una cosa davvero bellissima”, ha osservato Miholjević.
Il costo del servizio è di 10 kune all’ora e il pagamento viene effettuato tramite l’apposita applicazione. Si possono pagare al massimo tre ore di noleggio. Il costo totale dell’iniziativa è di 1,3 milioni di kune, di cui 195.280 kune stanziate dal Ministero del Turismo.

Facebook Commenti