Fiume. I divorzi superano i matrimoni

Nel 2019 hanno prinunicati il fatidico sì 409 coppie, di cui tre unioni civili; 425 le separazioni

Le coppie scoppiano sempre di più. Foto Goran Žiković

Il numero dei divorzi supera quello dei matrimoni. È questa la situazione registrata dall’Anagrafe nel 2019, anno in cui il fatidico sì è stato pronunciato da 409 coppie, 75 in meno rispetto al 2018. Contemporaneamente hanno divorziato 425 coppie. In questo caso la situazione è migliorata rispetto al 2017, quando il Tribunale comunale aveva ricevuto 651 richieste per l’annullamento del matrimonio.
Dei 409 matrimoni contratti, 289 sono stati civili e 120 religiosi. L’anno scorso sono state celebrate pure tre unioni civili tra persone dello steso sesso. Nel 2018 erano sono state due, mentre il numero maggiore da quando sono state autorizzate è stato registrato nel 2016 con cinque coppie.
Oltre che alla riduzione del numero degli abitanti a causa delle migrazione all’estero e del calo del numero delle nascite, è in diminuzione anche quello dei matrimoni. Andando indietro negli anni questi dati risultano preoccupanti. Siamo ben lontani dal 2006, quando c’erano stati 600 matrimoni. L’anno scorso all’Anagrafe di Fiume sono stati iscritti 2.013 matrimoni contratti all’estero precedentemente, soprattutto in Bosnia ed Erzegovina, Serbia, Germania, Austria e USA. Anche in questo caso si registra una diminuzione e il dato indica trasferimenti a lungo termine nella nostra Regione.
Pochissimi i matrimoni celebrati fuori sede: soltanto due l’anno scorso. I motivi principali sono i costi aggiuntivi per gli sposi, come pure il fatto che Fiume non dispone di luoghi abbastanza attraenti. Solitamente le coppie scelgono il Castello di Tersatto. L’anno scorso 16 coppie hanno scelto destinazioni esotiche per pronunciare il fatidico sì: cinque si sono sposate alle Mauritius, due a Tunisi, altrettante in Grecia e una in Giamaica, Cile, Malta, Bahrain, Irlanda, Nigeria e Algeria.
Ci sono stati anche stranieri che hanno deciso di sposarsi a Fiume e in Regione, provenienti da Bosnia ed Erzegovina, Serbia, USA, Italia, Montenegro, Ucraina, Congo, Macedonia del Nord, Russia, Polonia, Thailandia, Gran Bretagna, Spagna, Brasile, Slovenia, Germania, Iran, Bulgaria, Canada, Kosovo, Marocco e Colombia.
Nel 2019 sono stati annullati 425 matrimoni il che rappresenta una riduzione rispetto agli anni precedenti. Nel 2018, infatti i divorzi sono stati 651 e un anno prima 654. In quell’anno Fiume si era classificata ai primi posti in Croazia per questa tendenza.

Facebook Commenti