Fiume e i suoi tombini… multietnici

Il tombino catalano

Stralci di storia di Fiume li possiamo apprendere anche abbassando il nostro sguardo per vedere quali messaggi ci trasmettono i tombini. Ce ne sono di tutte le epoche e di tutte le… nazionalità, da quelli delle Fonderie Skull fatti per l’Acquedotto Ciotta a quelli firmati dalle Fonderie belgradesi o di Ljig, nella Serbia centrale, o magari delle Fonderie Officine Meccaniche Triestine o della Vulkan di Sušak, anche della Rumpel és Niklas di Budapest, della Fonderia Ezio Rossi di Milano. In un certo senso, tutte hanno a che fare con la storia della nostra città, ma tra i tanti tombini ne abbiamo notato uno… alieno, che si trova nei pressi del monumento ai dieci fucilati nel rione di Vojak. Giunge, infatti, dalla Catalogna ed è stato fabbricato dalla Fundición Dúctil Fábregas, una fonderia di Igualada, comune di circa 40mila abitanti situato nella comunità autonoma catalana e capoluogo della comarca dell’Anoia. Ecco che guardare per terra può anche essere interessante…

Facebook Commenti